Più Qatar meno Italia: il caso Mater Olbia S.p.A, Sardegna, è emblematico

in Esteri/Le Brevi/MAIN

Il  Mater Olbia S.p.A la struttura ospedaliera targata Qatar e finanziata esclusivamente con i soldi dell’emiro Tamin Al Thani sta passando guai: un risarcimento di danni di oltre 180 milioni di euro richiesto nei confronti della Mater Olbia S.p.A, la SHRP S.r.l., Lucio Rispo e il notaio cagliaritano Lamberto Corda. Chiesto anche l’annullamento dell’acquisto del Mater Olbia Hospital. Gli atti falsi sarebbero stati “costruiti” da parte di chi voleva distruggerlo e metterlo “fuori gioco” su un affare di portata milionaria. In Qatar Foundation non conoscono neppure l’avvocato Angelo Merlini. Risultato. Nei giorni scorsi i legali del Marini hanno depositato presso il Tribunale di Tempio Pausania la richiesta di risarcimento danni. In solido rispondono la Mater Olbia S.p.A e la SHRP S.r.l. società sotto il controllo e il coordinamento della Qatar Foundation, per 180.000.000,00 di €, mentre Lucio Rispo e il notaio cagliaritano Lamberto Corda risponderanno, a loro volta in solido, per 15.000.000,00 di €.Continuando di questo passo l’accreditamento della struttura sanitaria e dei 60.6 milioni di euro annui arriveranno a tempo… Scaduto.

 

 

In caso di rettifica dell’articolo inviare un’email all’indirizzo: redazione@almaghrebiya.it

Costantino Pistilli

Sono nato nel 1980, ho scritto per L'Occidentale, L'Opinione, altre testate e ho lavorato per la Commissione Affari esteri del nostro Parlamento. Collaboro con Almaghrebiya da un po' di tempo occupandomi principalmente di argomenti afferenti la politica estera, soprattutto mediorientale.

Vai a Inizio pagina