Più Qatar meno Italia: il caso Mater Olbia S.p.A, Sardegna, è emblematico

in Esteri/Le Brevi/MAIN

Il  Mater Olbia S.p.A la struttura ospedaliera targata Qatar e finanziata esclusivamente con i soldi dell’emiro Tamin Al Thani sta passando guai: un risarcimento di danni di oltre 180 milioni di euro richiesto nei confronti della Mater Olbia S.p.A, la SHRP S.r.l., Lucio Rispo e il notaio cagliaritano Lamberto Corda. Chiesto anche l’annullamento dell’acquisto del Mater Olbia Hospital. Gli atti falsi sarebbero stati “costruiti” da parte di chi voleva distruggerlo e metterlo “fuori gioco” su un affare di portata milionaria. In Qatar Foundation non conoscono neppure l’avvocato Angelo Merlini. Risultato. Nei giorni scorsi i legali del Marini hanno depositato presso il Tribunale di Tempio Pausania la richiesta di risarcimento danni. In solido rispondono la Mater Olbia S.p.A e la SHRP S.r.l. società sotto il controllo e il coordinamento della Qatar Foundation, per 180.000.000,00 di €, mentre Lucio Rispo e il notaio cagliaritano Lamberto Corda risponderanno, a loro volta in solido, per 15.000.000,00 di €.Continuando di questo passo l’accreditamento della struttura sanitaria e dei 60.6 milioni di euro annui arriveranno a tempo… Scaduto.

 

 

In caso di rettifica dell’articolo inviare un’email all’indirizzo: redazione@almaghrebiya.it


Costantino Pistilli


Sono nato nel 1980, ho scritto per L'Occidentale, L'Opinione, altre testate e ho lavorato per la Commissione Affari esteri del nostro Parlamento. Collaboro con Almaghrebiya da un po' di tempo occupandomi principalmente di argomenti afferenti la politica estera, soprattutto mediorientale.

Ultime da Esteri

Vai a Inizio pagina