ACCORDO DI COOPERAZIONE CULTURALE CON IL QATAR, SOUAD SBAI: “LA LEGA APRE I PORTI ALL’ISLAMIZZAZIONE DELL’ITALIA?“

in Comunicato Stampa/Politica

Discussione del disegno di legge: Ratifica ed esecuzione dell’Accordo di cooperazione in materia di istruzione, università e ricerca scientifica tra il Governo della Repubblica italiana e il Governo dello Stato del Qatar, fatto a Roma il 16 aprile 2012 (A.C. 1640-A)

“Con il voto a favore dell’Accordo di cooperazione in materia d’istruzione, università e ricerca scientifica con il Qatar, la Lega apre definitivamente i porti dell’Italia al proselitismo fondamentalista di Doha e dei Fratelli Musulmani”. Ad affermarlo è Souad Sbai, Presidente del Centro Alti Studi Averroè e dell’Associazione delle Donne Marocchine in Italia, in merito all’approvazione avvenuta alla Camera del disegno di legge di ratifica ed esecuzione dell’Accordo stipulato dal governo Monti. L’unico partito ad aver espresso voto contrario è stato Fratelli d’Italia. Il disegno di legge era stato presentato dal precedente governo Conte, su iniziativa dei ministri Moavero, Tria e Bussetti.

“Sul provvedimento non c’è stato il Vietnam preannunciato dalla Lega”, prosegue Sbai, già parlamentare di centro-destra. “In Aula il deputato Centemero ha parlato persino in arabo, ma comprende appieno i risvolti dell’Accordo?”. Secondo Sbai, infatti, “se l’Accordo sarà approvato anche al Senato, l’Italia esprimerà a pieno il suo potenziale non come ‘hub europeo per il Golfo e il Mediterraneo’, ma come avamposto in Europa del principale finanziatore dell’islamismo radicale, come ampiamente documentato nel libro inchiesta ‘Qatar Papers'”.

“Il disegno di legge dimostra la trasversalità della lobby intessuta da Doha in Italia nel corso dell’ultimo decennio, che va di governo in governo”, dice Sbai. “Ma agitare il sovranismo per poi genuflettersi di fronte a uno ‘stato canaglia’ come il Qatar, è in clamoroso contrasto con l’interesse nazionale che invece la Lega vanta di voler difendere”.

Ultime da Comunicato Stampa

Vai a Inizio pagina