Il compagno Battisti non mangia più…

in Cronaca

Roba da toglierci il sonno. Cesare Battisti inizia lo sciopero della fame. Il terrorista dei Proletari Armati per il comunismo prova a giocarsi la carta della pietà.
Mentre noi siamo ancora qui a chiederci perché gli abbiamo dato da mangiare finora.
“Sciopero della fame totale e rifiuto della terapia”, tuona il brigatista rosso dal carcere di Oristano dove sta scontando l’ergastolo ed è detenuto da oltre un anno e mezzo in regime di isolamento diurno, dopo aver gozzovigliato in giro per mezzo mondo.
Protetto da delinquenti come lui.
Dunque, ci fa sapere dal suo avvocato, Davide Steccanella, di voler rifiutare anche le terapie.
Perché oltre a rifocillarlo, e poco tempo fa ebbe a dire anche sulla qualità del menù carcerario che pare non fosse di suo gradimento,…..

PER LEGGERE L’ARTICOLO COMPLETO CLICCA QUI

Ultime da Cronaca

Vai a Inizio pagina