Tag archive

Gabriele Micalizzi

Posted on in Le Brevi

Gabriele Micalizzi è tornato in Italia. Ricoverato al San Raffaele a Milano Il fotoreporter è arrivato ieri sera a Linate dalla Siria.

E’ rientrato in Italia Gabriele Micalizzi, il fotoreporter 34enne italiano di fama internazionale ferito dalle schegge di un razzo lanciato dall’Isis l’11 febbraio scorso a Deir ez- Zor, in Siria, dove il giovane si stava occupando della battaglia finale i curdi e l’organizzazione terroristica. Ora il Gabriele, a cui i medici dell’ospedale americano di Baghdad… Continua a leggere

Posted on in Le Brevi

Il fotoreporter Gabriele Micalizzi, ferito in Siria, ci vede da entrambi gli occhi Il giovane tornerà presto in Italia e qui subirà altri interventi all’occhio sinistro.

Era stata diffusa la notizia che Gabriele Micalizzi, il fotoreporter milanese di fama internazionale ferito domenica 10 febbraio da un razzo Rpg nella zona di Deir ez-Zor in Siria mentre documentava gli ultimi scontri tra le milizie curde e l’Isis (che sta venendo sconfitta anche lì), avesse perso un occhio, quello sinistro. Fortunatamente, però, si… Continua a leggere

Posted on in Esteri

Gabriele Micalizzi: il fotoreporter italiano di 34 anni ferito in Siria ha perso un occhio La notizia, resa nota da fonti curde, è stata confermata fonti vicine ai familiari del giovane.

Rischiava di perdere la vista il fotoreporter milanese Gabriele Micalizzi, ferito ieri, lunedì 11 febbraio, mentre si trovava nella zona Deir Ez-Zor, in Siria, per documentare le ultime battaglie tra le forze curde e l’Isis: è riuscito a salvare un occhio ma ha perso l’altro, dopo essere stato colpito da un razzo Rpg da parte… Continua a leggere

Posted on in Esteri

Siria, ferito fotografo italiano: rischia di perdere la vista Si tratta di Gabriele Micalizzi, 34 anni, fotoreporter di guerra di fama internazionale.

Nella guerra senza fine in Siria è stato ferito un fotografo italiano, Gabriele Micalizzi, 34 anni, di origini milanesi, che si trovava nella zona di Deir el-Zor, storica località famosa per essere stata una delle destinazioni delle marce della morte dei deportati durante il genocidio del 1915. E’ l’ultima roccaforte dell’Isis. Il giovane è stato colpito… Continua a leggere

Vai a Inizio pagina