Tag archive

carcere

Posted on in Esteri/Le Brevi

USA: Cyntoia Brown esce dal carcere A 16 anni uccise il suo stupratore e fu condannata all’ergastolo.

E’ stata rilasciata, negli USA, Cyntoia Brown, la 31enne che, quando aveva 16 anni uccise il suo stupratore e venne condannata all’ergastolo. In queste ore la giovane ha lasciato il Tennessee Prison for Women dove era detenuta. La notizia è stata riportata anche dall’ANSA. Cyntoia aveva ricevuto la grazia lo scorso gennaio dal governatore del… Continua a leggere

Posted on in Esteri/Le Brevi

Russia, torna in carcere l’oppositore Navalny Intanto continuano le proteste antigovernative a Mosca.

E’ stato nuovamente arrestato l’attivista, politico e blogger russo Aleksej Navalny, 43 anni, oppositore di Vladimir Putin. La notizia è rimbalzata anche sui media italiani. L’uomo è stato fermato dalla polizia sotto casa sua a Mosca. E’ stato lui stesso ad annunciarlo sul suo profilo Instagram. Il motivo del fermo non è chiaro, ma avviene… Continua a leggere

Posted on in Esteri/Le Brevi

Alabama, esecuzione nella notte in un carcere E’ la seconda in due settimane e prima ancora ce n’era stata un’altra.

In un carcere di Holman, in Alabama, è stato giustiziato un uomo, Christopher Price, 46 anni, accusato di aver ucciso un pastore protestante, Bill Lynn, durante una rapina nel 1991. Lo riporta l’ANSA. L’esecuzione di Price è avvenuta mediante iniezione letale e il condannato è stato dichiarato morto alle 19,31 ora locale. Aveva ucciso la… Continua a leggere

Posted on in Esteri/Le Brevi

Romania, va in carcere il capo del partito al governo Il presidente del partito socialdemocratico (Psd), Liviu Dragnea, era stato condanno a 3 anni e mezzo per corruzione.

Il presidente del partito socialdemocratico rumeno (Psd), Liviu Dragnea, è finito in carcere dopo la condanna definitiva a tre anni e mezzo di reclusione per corruzione. Lo riferisce l’ANSA, che riporta la notizia divulgata dai media rumeni. Dragnea è il capo del partito al governo. La sentenza definitiva che lo ha portato dietro le sbarre,… Continua a leggere

Posted on in Esteri/Le Brevi

Brasile: violenti scontri in un carcere. 15 morti

Scontri tra detenut provocato la morte di 15 persone in un carcere nello stato di Amazonas, nel nord del Brasile, domenica, secondo quanto riferito dall’autorità carceraria regionale. Gli scontri sono scoppiati intorno alle 11:00 durante le ore di visita presso la struttura, situata a circa 28 chilometri dalla capitale dello stato Manaus. “E ‘stata una lotta tra… Continua a leggere

Posted on in Cronaca/Le Brevi

Varese, ha aggredito ex con l’acido: donna resta in carcere. Nessuno disposto ad accoglierla ai domiciliari. I legali chiederanno la perizia psichiatrica.

Il Gip di Busto Arsizio, in provincia di Varese, ha deciso che debba rimanere in carcere la 38enne che la serata di martedì scorso, 7 maggio, ha gettato dell’acido in faccia all’ex fidanzato 30enne sotto casa di quest’ultimo a Legnano, in provincia di Milano.  La difesa della donna aveva chiesto per lei il trasferimento in… Continua a leggere

Posted on in Cronaca

Sassari: assolti per terrorismo, tornano in carcere per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina Pericolo di fuga per due pakistani.

Sono tornati in carcere, per pericolo di fuga, due cittadini pakistani che nel mese di aprile erano stati assolti con altri 6 connazionali dall’accusa di terrorismo. A processo erano andate in tutto 11 persone (10 pakistani e un afgano), accusati di far parte di una cellula di Al Qaeda con base a Olbia e di… Continua a leggere

Posted on in Cronaca/Le Brevi

Noemi, l’accusato del ferimento resta in carcere Lo ha deciso il gip del Tribunale di Siena.

Resta in carcere il giovane accusato di aver sparato alla piccola Noemi il 3 maggio scorso in piazza Nazionale a Napoli e il cui obiettivo era un pregiudicato, Salvatore Norcaro, 32 anni. Lo annuncia l’ANSA, precisando che la decisione è stata presa dal giudice per le indagini preliminari Alessandro Buccino Grimaldi del Tribunale di Siena.… Continua a leggere

Posted on in Cronaca

Uomo picchiato a morte da gang di ragazzi a Manduria: carcere per 6 minorenni e 2 maggiorenni Non convalidati i fermi, perché non sussiste pericolo di fuga.

I media informano che il gip del Tribunale di Taranto, Rita Romano, non ha convalidato i fermi per 6 minorenni e 2 maggiorenni che il 23 aprile scorso, a Manduria, picchiarono fino a causarne la morte Antonio Stano, un uomo di 66 anni affetto da disagio psichico, divertendosi a filmarne il pestaggio e successivamente a… Continua a leggere

Posted on in Italia/Le Brevi

Terrorismo: rapinatore seriale ritenuto ‘a rischio di radicalizzazione’

Bellal Badr, un rapinatore seriale di 23 anni raggiunto da un provvedimento di sorveglianza speciale che si attiverà al termine della sua condanna, prevista per settembre 2019, perché ritenuto ‘a rischio di radicalizzazione’, nel 2017 è stato protagonista di tre episodi violenti. Come riporta l’Ansa Il primo a settembre, quando si è attardato nel cortile… Continua a leggere

Posted on in MAIN

Ha ammazzato Stefano Leo “perché aveva un’aria felice”, ma Said Mechaouat avrebbe dovuto essere in carcere Il giovane era libero per un problema di trasmissione di carte dalla Corte d’Appello alla Procura.

Said Mechaouat, il 27enne di origine marocchina che si è costituito per aver tagliato la gola al 33enne Stefano Leo ai Murazzi di Torino con l’assurda motivazione che la vittima “aveva un’aria felice”, non avrebbe dovuto essere libero. E’ emerso infatti che era stato condannato ad un anno e sei mesi in primo grado nel 2015… Continua a leggere

Posted on in Esteri/Le Brevi

L’ISIS controlla parte del sistema carcerario egiziano

Secondo Human Rights First le prigioni egiziane stanno producendo membri di Isis ad un ritmo crescente. In effetti, il Califfato è ora così potente da avere di fatto il controllo di parti del sistema carcerario egiziano. Stando alle testimonianze, «In alcune prigioni, come El Netrun, ci sono centinaia di uomini Isis e sono davvero potenti. Controllano… Continua a leggere

Posted on in Esteri

George Pell, carcere per il cardinale accusato di pedofilia: inizia il processo canonico Affermazione choc del suo legale: “Non fu più che una semplice penetrazione”.

Arrestato per pedofilia il Cardinale George Pell, dopo che il tribunale di Melbourne gli ha revocato la libertà su cauzione, avendo ufficializzato la sua condanna. L’alto prelato era libero perché lo scorso anno ha dovuto subire un intervento alle ginocchia, ma ieri è tornato in carcere. Il Vaticano l’ha anche rimosso ufficialmente dall’incarico di Prefetto… Continua a leggere

1 2 3 6
Vai a Inizio pagina