Category archive

Cronaca - page 3

Posted on in Cronaca

Verona, uccisero “per noia” un clochard: 13enne non imputabile, 17enne “messo alla prova”. Processo rinviato I due adolescenti bruciarono vivo mentre dormiva nella propria auto Ahmed Fdil, 64 anni, marocchino.

Il delitto è avvenuto la sera del 13 dicembre 2017 a Santa Maria di Zevio (Verona). Il minore dei responsabili non è considerato imputabile, dato che aveva meno di 13 anni quando ha compiuto il crimine, mentre il maggiore è stato affidato in prova e il processo nei suoi confronti sospeso per tre anni. Sgomenta… Continua a leggere

Posted on in Cronaca

Terremotato muore mentre dorme in roulotte: temperatura era a -17

Un uomo di 52 anni, Bruno Anzuini, è morto a Montereale, il paese aquilano epicentro dell’ultimo terremoto che ha scosso il Centro Italia il 18 gennaio. L’uomo dormiva dal giorno del sisma in un roulotte parcheggiata nei pressi della propria abitazione. Ieri notte la temperatura è scesa a -17 gradi nella frazione di Ville di… Continua a leggere

Posted on in Cronaca

Monza, donna cinese insultata e minacciata al supermercato: la notizia riportata su siti cinesi La signora, che non sapeva l’italiano, toccava i prodotti gli scaffali chiedendo spiegazioni.

L’increscioso episodio è avvenuto all’Iper di Monza. Alla donna è stata rivolta la frase: “Senti, c… di cinesa (sic), già siete venuti in questo c… di paese a distruggere tutto il mercato, ti spezzo le gambe, ti sparo in testa, brutta cinesa di m…”. A dirlo sarebbe stato un giovane dipendente italiano del supermercato, non… Continua a leggere

Posted on in Cronaca

Tortona: migrante si getta sotto un treno per permesso di soggiorno umanitario negato Prince Jerry, nigeriano, 25 anni, laureato in chimica, era arrivato in Italia nel 2016 su un barcone.

Tragedia a lunedì 28 gennaio a Tortona, in provincia di Alessandria. Un richiedente asilo nigeriano ospite di una cooperativa genovese nel quartiere di Multedo, Prince Jerry, 25 anni, nigeriano, arrivato in Italia su un barcone nel 2016 con una laurea in chimica “in tasca”, dopo aver telefonato agli amici della cooperativa si è suicidato gettandosi… Continua a leggere

Posted on in Cronaca

Milano, mamma musulmana velata con passeggino presa a sberle sull’autobus L’uomo voleva costringerla a scendere dal mezzo pubblico.

Uno spiacevole episodio è avvenuto nel pomeriggio di martedì 29 gennaio su un autobus della linea 50 in zona Lorenteggio a Milano. Una donna italiana inveisce, insulta a minaccia di prendere a schiaffi una giovane mamma, musulmana velata, con un passeggino, per cercare di costringerla a scendere dal mezzo. L’autrice della violenta reazione sarebbe stata… Continua a leggere

Posted on in Cronaca

Firenze, 20 anni confermati per pakistano reo confesso di aver ucciso giovane marocchina Il delitto è avvenuto in provincia di Pistoia. La vittima è stata accoltellata e bruciata.

La Corte d’Assise d’appello di Firenze ha confermato i 20 anni di carcere già inflitti in primo grado per omicidio aggravato dalla crudeltà ed incendio doloso ad Afzal Hussein, 32enne pakistano ex ospite di una cooperativa chiamata Arké, reo confesso dell’omicidio di una 28enne marocchina, Lamiae Chiriqui, a Sammommé, nel Pistoiese, la notte del 6… Continua a leggere

Posted on in Cronaca

Omicidio di Giuseppe a Cardito: il bambino era stato curato con una pomata Lasciato agonizzante sul divano per due ore.

Emergono nuovi, inquietanti dettagli sull’omicidio di Giuseppe a Cardito, in provincia di Napoli. Il bambino, ferocemente picchiato dal compagno della madre, Tony Essoubti Badre, sarebbe stato curato appena con una pomata, che ovviamente non gli ha fatto alcun effetto. Una pomata che lo stesso Badre era andato a comprare in farmacia dopo il pestaggio di… Continua a leggere

Posted on in Cronaca

Bidello ai domiciliari per abusi a Roma: indagini in corso da maggio L’uomo, 66 anni, era chiamato “il Mostro delle femmine” dalle alunne della scuola.

Emergono nuovi, inquietanti dettagli sul bidello 66enne agli arresti domiciliari a Roma con l’accusa di aver abusato di una decina di alunne tra i 5 ai 13 anni in una scuola. Gli si contesta l’accusa di violenza sessuale su minori. L’indagine nei confronti del collaboratore scolastico, chiamato dalle alunne “il Mostro delle femmine”, sono iniziate… Continua a leggere

Posted on in Cronaca

Bambino ucciso a Cardito, il compagno della mamma: “L’ho anche bastonato col manico di una scopa” “Buco” di due ore tra la telefonata che l’uomo ha fatto alla propria madre e i soccorsi.

Emergono altri inquietanti dettagli sulla confessione di Tony Essoubti Badre di aver ucciso il piccolo Giuseppe, 7 anni, e di aver tentato di uccidere sua sorella Noemi, 8, figli della propria compagna, a Cardito, in provincia di Napoli. Il 24enne italiano di origine tunisina l’aveva negato, ma poi ha ammesso di aver colpito il bambino… Continua a leggere

Posted on in Cronaca

Professore insultava alunni stranieri, ma non sarà processato Il docente, di scuola media, avrebbe chiamato due ragazzini “cinese” e “marocchino di m …”.

L’episodio, d’inaudita gravità, è avvenuto nella scuola media dell’Istituto Comprensivo “Pacinotti” di Torino. Un professore di Educazione Tecnica avrebbe redarguito due alunni chiamandoli rispettivamente “cinese” e “marocchino di m …”. L’insegnante rischierebbe teoricamente (il “teoricamente” in questo caso è d’obbligo!) fino a sei mesi di reclusione per abuso di mezzi di correzione o di disciplina… Continua a leggere

Posted on in Cronaca

Pamela Mastropietro, il sindaco di Macerata: “Nessuna commemorazione” Amareggiata la famiglis: Il 29 gennaio è stato il primo anniversario dell’omicidio della ragazza.

Il sindaco di Macerata, Romano Carancini (Pd), dopo essersi preso qualche giorno di riflessione, ha deciso di negare la cerimonia di commemorazione nel primo anniversario della scomparsa nella città marchigiana della 18enne romana Pamela Mastropietro. Ricordiamo che la ragazza è stata stuprata e barbaramente uccisa (una vigile è quasi svenuta, quando ha visto il cadavere… Continua a leggere

Posted on in Cronaca

Brianza, 4 immigrati sequestrarono e picchiarono mediatore culturale: liberi meno di una settimana dopo Volevano il “pocket money”. Non saranno più accolti, ma rimarranno in Italia.

Le violenze si sono svolte giovedì 24 gennaio alla cooperativa sociale “I Girasoli” di Carate Brianza, in provincia di Milano. Tre nigeriani ed un gambiano richiedenti asilo tra i 20 e i 25 anni hanno sequestrato e picchiato un mediatore culturale pakistano 28enne della struttura, anche minacciandolo con un coltello da cucina, per vendicarsi del… Continua a leggere

Posted on in Cronaca

Cardito, il patrigno di Giuseppe confessa l’omicidio: “Giocando aveva rotto la sponda del lettino” Lutto cittadino nel giorno dei funerali.

Ha confessato Tony Essoubti Badre, il 24enne di origine tunisina residente a Cardito (Napoli), accusato dell’omicidio di Giuseppe, 7 anni, figlio della sua compagna, Valentina Caso, 31, e di aver tentato di uccidere Noemi, 8, sorella maggiore del bambino. Avrebbe ucciso a botte il piccolo (ma non anche a colpi di scopa com’è stato riportato… Continua a leggere

Vai a Inizio pagina