Il segretario dell’UDC Lorenzo Cesa si è dimesso dopo essere stato indagato nell’ambito di un’operazione contro la ‘ndrangheta

in Politica

Giovedì mattina decine di persone sono state arrestate in tutta Italia in seguito a un’indagine contro la ‘ndrangheta della procura antimafia di Catanzaro. L’indagine, chiamata “basso profilo”, ha portato all’arresto di 13 persone, mentre per altre 35 sono stati disposti gli arresti domiciliari: sono tutte accusate a vario titolo di riciclaggio, turbativa d’asta, intestazione fittizia di beni ed associazione mafiosa.

Secondo quanto riferisce Repubblica, è indagato anche il segretario nazionale dell’UDC (Unione di Centro), Lorenzo Cesa, la cui casa è stata perquisita giovedì mattina. L’accusa per Cesa, scrive La7, sarebbe di associazione per delinquere. Cesa ha detto di ritenersi totalmente estraneo e ha annunciato le sue dimissioni dalla segreteria del partito. Sono stati invece disposti gli arresti domiciliari per l’assessore al Bilancio della Calabria, Francesco Talarico, anche lui membro dell’UDC….. segue ilpost.it

Tags: