Turchia, divieto di pubblicità su Twitter, Periscope, Pinterest

in Esteri

Secondo le decisioni pubblicate nella Gazzetta Ufficiale del paese, l’Autorità turca per le tecnologie dell’informazione e della comunicazione, ha imposto divieti di pubblicità su Twitter, Periscope e Pinterest ai sensi di una nuova legge sui social media.
La legge, che secondo i critici metterà la museruola al dissenso, richiede alle società di social media di nominare rappresentanti locali in Turchia. Anche Facebook, YouTube si sono uniti insieme ad altre società, comunicando che avrebbero nominato un rappresentante.
Le decisioni sulla Gazzetta Ufficiale affermano che i divieti di pubblicità sono entrati in vigore da oggi. 
La legge consente alle autorità di rimuovere i contenuti dalle piattaforme, invece di bloccare l’accesso come hanno fatto in passato. La decisione ha causato preoccupazione tra le persone che si rivolgono maggiormente alle piattaforme online dopo che Ankara ha rafforzato la sua presa sui media mainstream.
Nei mesi precedenti Facebook, YouTube e Twitter avevano subìto multe in Turchia per non aver rispettato la legge. 

Le aziende che non rispetteranno la legge, vedranno ridotta la loro larghezza di banda del 90%, essenzialmente bloccandone l’accesso.

Redazione

Ultime da Esteri

Vai a Inizio pagina