L’Italia dopo il coronavirus: un paese impoverito e con politica inadeguata

in Economia

L’indagine dell’Associazione 50&Più con Format Research rivela anche che i pensionati hanno sostenuto i familiari in difficoltà economiche durante il covid.

Torneremo alla normalità una volta superata la pandemia di coronavirus? Probabilmente sì, ma non è detto che sia la normalità precedente. E la chiave della ripresa? La famiglia, soprattutto, che però è anche uno dei principali elementi di preoccupazione. Di qui a tre anni, inoltre, l’Italia rischia di presentarsi come un Paese fortemente impoverito e con scarse prospettive, uno scenario negativo che riflette anche una sostanziale sfiducia nei confronti della politica, avvertita come sempre meno vicina ai cittadini.

È questo, in sintesi, l’esito dell’indagine condotta dall’associazione 50&Più – aderente a Confcommercio con oltre 330.000 iscritti su tutto il territorio nazionale – in collaborazione con l’istituto di ricerche di mercato Format Research e incentrata sull’impatto sociale del covid19 e sulle prospettive.

Il sondaggio che ha coinvolto 1.740 persone e da cui sono emerse aspettative diverse rispetto al prossimo futuro.

Ma come si uscirà dall’emergenza? Bene, solo il 16,7% degli intervistati crede in un ritorno alla normalità precedente, come eravamo abituati a viverla. Mentre per più del 60% si tratterà di uno scenario nuovo, tutto da scoprire e con il quale sarà necessario imparare a convivere. Indicativo anche il fatto che oltre un quinto delle risposte denunci una mancanza di prospettive.

Il ruolo centrale della famiglia….segue

Ultime da Economia

Vai a Inizio pagina