Terrorismo: Isis rialza la testa dalla Siria al Pakistan

in Esteri/Terrorismo

DA DICEMBRE I MILIZIANI HANNO RIPRESO GLI ATTACCHI CONTRO LE TRUPPE LEALI A BASHAR AL ASSAD E I CIVILI

L’Isis rialza la testa e torna a colpire in Siria e Pakistan, dando segni evidenti di un inquietante risveglio. Dal mese di dicembre, infatti, i miliziani del Califfato hanno ripreso gli attacchi contro le truppe leali a Bashar al Assad e i civili siriani allo scopo di riprendere il controllo di territori ricchi di risorse energetiche utili all’organizzazione terroristica per rimpinguare le casse del sedicente Califfato.

Sono due i principali sanguinosi attacchi, lungo altrettante autostrade, nella parte centrale del Paese che hanno provocato  circa 60 vittime, la maggior parte delle quali militari siriani. L’azione più recente è quella compiuta sulla direttrice Damasco – Raqqa(ex capitale dello Stato islamico) dove i miliziani del Daesh hanno preso di mira un pullman carico di soldati e civili che si dirigevano verso il nord del paese. L’agguato è costato la vita a 15 persone, tra cui un bambino, e 12 militari governativi.

PER LEGGERE L’ARTICOLO COMPLETO CLICCA QUI

Ultime da Esteri

Vai a Inizio pagina