La Commissione etica sostiene la strategia svizzera di vaccinazione

in Salute

La disponibilità di un vaccino sicuro ed efficace rappresenta un passo notevole: è quanto indica in un comunicato odierno la Commissione nazionale d’etica per la medicina (CNE) che sostiene la strategia di vaccinazione della Confederazione. Le modalità di distribuzione del vaccino ancora limitato sono eque e giustificabili dal punto di vista etico.

Grandi speranze sono riposte nella vaccinazione come misura preventiva efficace, indica la CNE nella nota. Soprattutto perché le misure per contrastare il coronavirus sono associate a significativi interventi e danni in ambito sociale ed economico.

Nel complesso, la CNE indica che l’identificazione dei gruppi target, gli obiettivi specifici tra i vari gruppi e il conseguente ordine di priorità si basano su una logica etica «che soddisfa i requisiti di un’equa ripartizione di risorse temporaneamente limitate».

La strategia di vaccinazione dell’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) e della Commissione federale per le vaccinazioni (CFV) ) si basa sui valori etici della protezione della vita, dell’equità, della libertà, della responsabilità e della solidarietà. cdt.ch

La Commissione – nella nota – invita inoltre tutte le istituzioni competenti a prestare particolare attenzione a una comunicazione chiara e trasparente in materia di vaccinazione contro il coronavirus in modo da permettere a tutti di prendere una decisione libera e consapevole e mantenere la fiducia della popolazione.

Ultime da Salute

Vai a Inizio pagina