elezioni israele

Israele: sciolto il Parlamento, elezioni anticipate

in Esteri

Israele terrà le elezioni anticipate a marzo, dopo che la coalizione di governo del primo ministro Benjamin Netanyahu non è riuscita a rispettare la scadenza per l’approvazione del bilancio.

Inizia, dunque, la campagna per la quarta elezione parlamentare israeliana in due anni con Netanyanu che deve affrontare la rabbia degli israeliani per la gestione della pandemia di coronavirus e mentre è impegnato in un processo per corruzione, il primo contro un primo ministro israeliano.

Netanyahu, che ha negato qualsiasi illecito criminale, con l’attuale ministro della Difesa, il politico centrista Benny Gantz, hanno istituito un governo di unità nazionale a maggio dopo tre elezioni inconcludenti tenutesi dall’aprile 2019.

Il presidente del Parlamento ha dichiarato lo scioglimento in diretta televisiva, ricordando che le elezioni si innescano automaticamente con la mancata approvazione del bilancio. Israele andrà, quindi, nuovamente alle urne entro 3 mesi.

Ultime da Esteri

Vai a Inizio pagina