plast expo

Marocco, principessa Lalla Zineb chiede semplificazione della Kafala

in Esteri

Lalla Zineb, principessa e presidente della Lega marocchina per la protezione dei bambini (LMPE), ha ricevuto il Ministro degli Affari Pubblici Mohamed Abdennabaoui

Durante l’audizione svoltasi a Rabat mercoledì 16 dicembre presso il Centro Lalla Meriem per la protezione dei bambini senza famiglia, le discussioni si sono concentrate in particolare sui provvedimenti da attuare per rafforzare il coordinamento e le relazioni di cooperazione tra il Ministero degli Affari Pubblici e la Lega marocchina per la protezione dell’infanzia.

Tale coordinamento riguarda gli ambiti relativi al miglioramento delle condizioni di collocamento, alla cura dei minori privi di una famiglia e ai casi sociali difficili a livello di strutture di accoglienza e di alloggio nelle diverse regioni del Regno.

La Principessa Lalla Zineb ha sottolineato la necessità di formalizzare e semplificare gli standard di condotta e le procedure per il collocamento, tenendo conto della capacità di accoglienza degli istituti di cura, dell’età dei bambini, del loro stato di salute e della loro situazione sociale.

Oltre alla questione dell’assistenza per i bambini senza famiglia, la Principessa ha invitato tutte le parti interessate a raddoppiare i loro sforzi per semplificare le procedure della Kafala.

Ha sottolineato, inoltre, l’importanza di istituire e attuare meccanismi di monitoraggio per indagare sulla situazione dei bambini makfoul, ossia i bimbi abbandonati, dopo aver lasciato i centri di accoglienza, e sugli impegni dei genitori adottivi kafil in Marocco e all’estero, in conformità con le leggi in vigore.

Al termine dell’audizione, le due parti si sono trovare concordi nel lavorare congiuntamente per intensificare le azioni di sensibilizzazione e informazione sulle diverse fasi del processo di cura dei bambini senza protezione familiare, attraverso guide e supporti informativi.

Ultime da Esteri

Vai a Inizio pagina