houthi yemen

Yemen, otto persone uccise in bombardamenti Houthi

in Esteri

Almeno otto persone sono rimaste uccise nel bombardamento a un complesso industriale nel porto strategico di Hodeida, nello Yemen occidentale. Il governo yemenita non ha dubbi e punta il dito contro la milizia Houthi.

Negli ultimi giorni c’è stato un aumento dei combattimenti dentro e intorno al porto della città che si trova nello Yemen occidentale, dove una fragile tregua mediata dalle Nazioni Unite ha in gran parte evitato grandi battaglie tra il governo sostenuto da una coalizione militare, guidata dai sauditi, e gli insorti Houthi, sostenuti dall’Iran.

Secondo l’agenzia di stampa Saba, il ministro yemenita dell’Informazione, Moammar Al-Eryani, ha condannato “il brutto attacco terroristico“. Ha aggiunto che otto lavoratori sono stati uccisi e altri 13 sono rimasti feriti, mentre fonti mediche hanno riferito che i morti ammonterebbero almeno a 10.

Le Nazioni Unite hanno affermato che un totale di 74 civili sono stati uccisi o feriti nella provincia di Hodeida solo a ottobre con l’escalation delle ostilità. E alla fine di novembre, cinque bambini erano tra gli otto civili uccisi nei bombardamenti dei ribelli nel distretto governativo di Al-Durayhimi, sulla costa del Mar Rosso.

Lo Yemen, che dal 2014 è attanagliato da una guerra tra gli Houthi, sostenuti dall’Iran, e un governo assediato sostenuto dalla coalizione militare guidata dai sauditi, deve affrontare la peggiore crisi umanitaria del mondo.

Soltanto ieri il consigliere per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti, Robert C. O’Brien, aveva dichiarato che l’amministrazione statunitense potrebbe, alla fine di questa settimana, dichiarare la milizia Houthi, sostenuta dall’Iran, un’organizzazione terroristica.

Tags:

Ultime da Esteri

Vai a Inizio pagina