nucleare iran

Nucleare Iran, disegno di legge per fermare ispezioni Onu

in Esteri

In Iran il parlamento ha avanzato un disegno di legge sul nucleare, che porrebbe fine alle ispezioni delle Nazioni Unite sugli impianti e richiederebbe al governo di aumentare il suo arricchimento di uranio se i firmatari europei dell’accordo nucleare del 2015 non fermeranno le sanzioni.

L’agenzia di stampa ufficiale IRNA ha detto che 251 dei 290 membri della camera hanno votato a favore del disegno di legge, dopo di che in molti hanno iniziato a cantare “Morte all’America!” e “Morte a Israele!”, in riferimento all’uccisione dello scienziato nucleare iraniano Mohsen Fakhrizadeh.

Il disegno di legge darebbe ai paesi europei tre mesi per allentare le sanzioni al settore chiave del petrolio e del gas iraniano e per ripristinare il suo accesso al sistema bancario internazionale. Gli Stati Uniti hanno imposto sanzioni paralizzanti all’Iran dopo che il presidente Donald Trump si è ritirato unilateralmente dall’accordo nucleare, innescando una serie di escalation tra le due parti.

Il disegno di legge richiederebbe alle autorità di riprendere l’arricchimento dell’uranio al 20%, che è inferiore alla soglia necessaria per le armi nucleari ma superiore a quella richiesta per le applicazioni civili, e commissionerebbe nuove centrifughe negli impianti nucleari di Natanz e nel sito sotterraneo di Fordo.

Ultime da Esteri

Vai a Inizio pagina