l’ONU lancia un appello umanitario record per il 2021

in Diritti Umani/Esteri

L’ONU lancia un appello umanitario record di 35 miliardi di dollari per il 2021, a causa della pandemia che ha fatto precipitare centinaia di milioni di persone nella povertà e incombenti carestie.

Secondo i piani di risposta umanitaria coordinati dalle Nazioni Unite, il numero di persone bisognose di aiuti umanitari nel mondo raggiungerà un nuovo record, 235 milioni, un aumento del 40% in un solo anno.

I fondi richiesti dall’ONU e dai suoi partner mirano ad aiutare in 56 paesi circa 160 milioni di persone, dei 235 milioni, tra i più vulnerabili che affrontano la fame, i conflitti, gli sfollamenti, le conseguenze del cambiamento climatico e la pandemia da coronavirus.

Mark Lowcock, responsabile per gli affari umanitari delle Nazioni Unite, in una conferenza stampa, ha dichiarato che quest’anno “l’aumento è quasi interamente dovuto al Covid-19″e che ha ucciso almeno 1,46 milioni di persone. Inoltre, “molteplici carestie sono all’orizzonte” e “Le luci sono rosse e gli allarmi stanno suonando”. “Se riusciamo a superare l’anno 2021 senza gravi carestie, sarà un risultato importante”, ha aggiunto.

Per la prima volta dalla fine degli anni ’90, la povertà estrema è aumentata, l’aspettativa di vita sta diminuendo in tutto il mondo e il numero annuale di morti per HIV, tubercolosi e malaria potrebbe raddoppiare.

Entro la fine del 2020, 270 milioni di persone potrebbero soffrire di una grave insicurezza alimentare, l’82% in più rispetto l’inizio della pandemia.

L’appello delle Nazioni Unite mostra che la Siria e lo Yemen, devastate dalla guerra, sono in cima alla lista dei paesi più bisognosi di assistenza umanitaria. 

L’Onu chiede quasi sei miliardi di dollari per aiutare milioni di siriani in patria e nel mondo e quasi 3,5 miliardi di dollari per sostenere circa 20 milioni di persone nello Yemen, nella morsa della più grave crisi umanitaria sul pianeta.

Redazione

Ultime da Diritti Umani

Vai a Inizio pagina