Mohsen Fakhrizadeh nucleare iran

Morte Fakhrizadeh, funzionario Iran chiede risposta “calcolata e decisiva”

in Esteri

L’Iran darà una risposta “calcolata e decisiva” ai criminali che hanno preso il martire Mohsen Fakhrizadeh dalla nazione iraniana”. Lo ha dichiarato Kamal Kharrazi, a capo del Consiglio strategico iraniano per le relazioni estere.

Fakhrizadeh, a lungo sospettato dal governo israeliano di ideare un programma segreto sulle armi nucleari, è caduto in un’imboscata su un’autostrada vicino a Teheran ed è stato ucciso a colpi di arma da fuoco nella sua auto.

I governanti clericali e militari iraniani hanno sin da subito incolpato Israele, il nemico di lunga data della Repubblica islamica. Già in passato l’Iran aveva accusato Israele di aver ucciso diversi scienziati nucleari iraniani dal 2010.

L’ufficio del primo ministro Benjamin Netanyahu ha rifiutato di commentare l’omicidio, mentre un ministro del governo israeliano, Tzachi Hanegbi, ha detto di non sapere chi lo abbia eseguito.

Il quotidiano Kayhan, il cui redattore capo è stato nominato dal leader supremo Ayatollah Ali Khamenei, ha chiesto un attacco alla città portuale israeliana di Haifa se sarà dimostrato il ruolo israeliano nell’uccisione di Fakhrizadeh.

“L’attacco dovrebbe essere condotto in modo tale che, oltre a distruggere le strutture, dovrebbe anche causare gravi perdite umane”, ha scritto Saadollah Zarei in un articolo di opinione.

Ultime da Esteri

Vai a Inizio pagina