Al Qaeda: morto al Zawahiri, al suo posto Saif al Adel

in Esteri/Terrorismo

di Davide Racca

DOPO L’IDEOLOGO, IL GRUPPO TERRORISTICO SCEGLIE UN NUOVO CAPO COMBATTENTE.

Secondo numerose fonti convergenti,  il leader di Al Qaida, Ayman al Zawahiri, sarebbe morto la scorsa settimana a Ghazni in Afghanistan per cause naturali.  Le complicazioni legate all’asma di cui soffriva da tempo e per la quale patologia non aveva alcun accesso a cure specifiche,  avrebbero condotto il 69enne medico egiziano ad un lento e inesorabile destino.

Al Zawahiri era noto come capo di al Qaeda dopo la morte di Oussama bin Laden e del figlio Hamza, entrambi neutralizzati da raid mirati delle forze speciali americane. Dal 2001 era il numero due – dietro solo a Bin Laden – nella lista dei 22 “terroristi più ricercati”dal governo degli Stati Uniti e sulla sua testa pende ancora una taglia di 25 milioni di dollari. 


PER LEGGERE L’ARTICOLO COMPLETO CLICCA QUI

Ultime da Esteri

Vai a Inizio pagina