Giuseppe Conte e Casalino, l’interrogazione di Anzaldi di Italia Viva: “Dunque la sala di palazzo Chigi è fuorilegge?”

in Politica

Se è vero che i lavori di ristrutturazione della sala stampa di Palazzo Chigi, come spiegava ieri la presidenza del Consiglio dei ministri, servono per adeguarla “alle vigenti normative antincendio e in materia di tutela della salute e della sicurezza”, significa che finora quella sala era fuori norma? Che centinaia di giornalisti e operatori l’hanno frequentata – e continuano a farlo perché è tutt’ora accessibile –, nonostante non sia sicura? Perché, allora, non è stata chiusa subito? A fare queste domande al governo è Michele Anzaldi, deputato di Italia Viva, in una interrogazione parlamentare presentata ora. Già ieri il deputato di Iv aveva chiesto conto della decisione di procedere a questi lavori, dopo che un articolo dell’agenzia di stampa Dire riferiva dell’intenzione del premier di procedere alla ristrutturazione della sala stampa del palazzo, secondo “un progetto presentato dal portavoce Rocco Casalino, e esaminato dal premier Giuseppe Conte“, che “prevede una drastica semplificazione della location delle conferenze stampa del governo, e delle postazioni in cui lavorano i giornalisti che seguono i lavori dalla sede del governo”, oltre al cambiamento dello “sfondo che fa da cornice simbolica alle dichiarazioni del governo”. E si riportava come il premier avesse approvato il progetto, raccomandandosi di “non spendere troppo“. liberoquotidiano.it

Ultime da Politica

Vai a Inizio pagina