musulmani francesi davanti chiesa

Musulmani francesi davanti alla chiesa per difenderla dagli attacchi

in Esteri/MAIN

Ragazzi musulmani francesi si sono riuniti davanti a una chiesa per difenderla dagli attacchi.

Da musulmano di origine francese qual è, a Elyazid Benferhat si è rivoltato lo stomaco quando ha saputo di un attacco da parte estremisti islamici contro una chiesa a Nizza.

L’iniziativa di un gruppo di giovani musulmani francesi

Benferhat e un suo amico hanno così riunito un gruppo di giovani musulmani francesi per fare la guardia fuori dalla chiesa della loro città per il fine settimana festivo di Ognissanti, al fine di proteggerla simbolicamente e mostrare solidarietà con i fedeli cattolici.

I parrocchiani della chiesa della città meridionale di Lodève, sono rimasti profondamente toccati. Il parroco ha detto che il loro gesto gli ha dato speranza in un momento non facile.

Musulmani francesi con la violenza degli estremisti islamici

Benferhat, parlando con un caratteristico accento francese meridionale, si è identificato come “più francese di ogni altra cosa”. Sua madre è nata in Algeria, mentre lui è nato in Francia ed è cresciuto parlando solo in francese. “Ma sono anche musulmano e in questo paese abbiamo visto l’islamofobia e il terrorismo“, ha detto all’Associated Press.

“Negli ultimi anni la violenza degli estremisti islamici colpisce la Francia”, ha detto, “i musulmani francesi affrontano una nuova stigmatizzazione, anche se noi non abbiamo nulla a che fare con tutta questa violenza“.

Quando tre persone sono state uccise giovedì scorso nella Basilica di Notre Dame a Nizza, Benferhat ha detto di essere stato così male da voler fare a tutti i costi qualcosa “in modo che tutti si svegliassero”.

Benferhat, che lavora per la compagnia petrolifera francese Total ed è allenatore di una squadra di calcio locale, ha parlato con un amico musulmano che era a Nizza quel giorno, “e abbiamo avuto questa idea. Dovevamo fare qualcosa oltre a rendere omaggio alle vittime. Abbiamo detto che avremmo protetto le chiese noi stessi”.

Allora hanno reclutato volontari tra i loro amici e nella sua squadra di calcio e hanno sorvegliato la chiesa quella notte e di nuovo per la messa domenicale. Si sono coordinati anche con la polizia locale, dopo che il governo francese ha promesso di aumentare la sicurezza nei siti religiosi sensibili.

Il parroco di Lodève

“È molto bello, questi giovani che sono contro la violenza”, ha detto all’AP il sacerdote della cattedrale, il reverendo Luis Iniguez.

Quando un giornale locale ha pubblicato una foto di parrocchiani in posa con le loro “guardie musulmane”, Iniguez l’ha appesa all’interno della cattedrale gotica, che funge da punto di riferimento per la vita cittadina. 

Le iniziative future

Il gruppo di giovani sta ora valutando come portare avanti l’idea e vorrebbe farlo di nuovo a Natale, confidando che altre città seguano l’esempio di Lodève

Ultime da Esteri

Vai a Inizio pagina