Funerali Gigi Proietti

L’addio di Roma a Gigi Proietti

in Cronaca

Oggi Roma da il suo addio a Gigi Proietti, l’indimenticabile attore e comico morto lunedì, nel giorno del suo 80esimo compleanno.

Il corteo funebre è transitato intorno alle 10 davanti al Campidoglio, in una Roma silenziosissima e a lutto. Il feretro è stato accolto da tutte le forze di polizia della città e da Marcello De Vito, presidente dell’assemblea capitolina in rappresentanza della sindaca Virginia Raggi, positiva al Covid. Dopo un giro intorno alla statua di Marco Aurelio e il saluto militare, scortato dagli agenti, il carro che accompagna l’attore è poi ripartito, salutato da un applauso, diretto verso il Globe Theatre a Villa Borghese. L’ultima tappa sarà poi la chiesa degli Artisti in Piazza del Popolo, dove alle 12 si terrà la cerimonia funebre in forma privata.

Lunghissimo applauso al “suo” Globe Theatre

Un lungo, lunghissimo, commosso applauso di 5 minuti ha salutato l’ultima entrata in scena di Gigi Proietti al “suo” Globe Theatre, il teatro elisabettiano che ha creato e guidato per 17 anni nel cuore di Villa Borghese e che ora porterà il suo nome. Ad accoglierlo tante maestranze, cittadini, amici e colleghi, dai suoi “allievi” Flavio Insinna ed Enrico Brignano, Massimo Wertmuller, Paola Tiziani Cruciani, Marisa Laurito, Walter Veltroni, tutti fortemente commossi, dai palchetti di legno del teatro. A dare l’utimo saluto anche Edoardo Leo, la sindaca Virginia Raggi (in collegamento perché in quarantena). Uno dopo l’altro sono saliti sul palco accanto alla bara ricoperta di rose rosse: Marisa Laurito, Pino Quartullo, Valentina Marziali (la prima Giulietta al Globe), Paola Cortellesi (“ascoltandoti, da piccola pensavo che Amleto fosse una storia tanto allegra”, racconta), Enrico Brignano e Walter Veltroni.

L’omaggio della Fondazione Musica

A rendere omaggio al grande mattatore è anche la Fondazione Musica per Roma, con una foto proiettata sulla cupola della Sala Sinopoli che ritrae l’attore romano con le braccia spalancate mentre saluta il suo pubblico, lo sguardo sorridente e luminoso in una delle sue repliche di Cavalli di Battaglia all’Auditorium Parco della Musica. Un ricordo doveroso da parte della Fondazione a un’artista che per anni ha calcato i palcoscenici dell’Auditorium divertendo e appassionando oltre 100mila spettatori.

Assessore Roma: “Ciao Gigi, ci mancherai”

“Oggi Roma saluta il meraviglioso maestro Gigi Proietti. Insieme a tutti i dipendenti di Atac abbiamo voluto rendere un piccolo omaggio a uno degli artisti più amati d’Italia: sui nostri bus la foto che lo ritrae sorridente e proteso verso il suo pubblico”. Così su Facebook l’assessore alla Città in movimento di Roma Capitale, Pietro Calabrese. “Oggi è ogni romana e romano a ringraziarlo, e celebrarlo, per sempre – aggiunge – Ci stringiamo al dolore della famiglia. Ciao Gigi, ci mancherai. Tutta Roma ti abbraccia”.

Sky TG24