I cinema resteranno chiusi fino al 24 novembre: le proteste di #NonChiudeteICinema

in Cultura/Politica

Il Dpcm del governo Conte chiude cinema e teatri, “una decisione particolarmente difficile”, ha detto il premier: la scelta di punire la cultura scatena subito l’appello di registi, maestranze e operatori del settore.

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha firmato nella notte tra il 24 e il 25 ottobre 2020 il nuovo Dpcm con rinnovate misure restrittive anti-Covid, tra le quali la chiusura di cinemateatri e sale concerto sia all’aperto che al chiuso fino (almeno) al 24 novembre.

“È stata una decisione particolarmente difficile”, ha detto il premier.

L’obiettivo è chiaro, vogliamo tenere sotto controllo la curva epidemiologica perché solo così riusciremo a gestire la pandemia senza rimanerne sopraffatti. Ma questo significa offrire risposta efficiente e cure adeguate a tutti i cittadini e scongiurare un lockdown generalizzato: il Paese non può più permetterselo….continua su nospoiler.it

Ultime da Cultura

Vai a Inizio pagina