Livorno, sassi e bastoni contro carabinieri e polizia durante i controlli anti covid

in Cronaca

Un gruppo di ragazzini ha accerchiato e aggredito con calci, pugni, sassi e bastoni carabinieri e agenti di polizia municipale che erano intervenuti in piazza Attias, nel centro di Livorno, per verificare la presenza di assembramenti e far rispettare le norme anti covid. Alcuni degli aggressori sarebbero stati minorenni.

Momenti di autentico panico si sono vissuti oggi pomeriggio intorno alle 19 in piazza Attias, nel cuore di Livorno, dove un gruppo di ragazzini ha accerchiato e aggredito con calci, pugni, sassi e bastoni carabinieri e agenti di polizia municipale che erano intervenuti sul posto per verificare la presenza di assembramenti e far rispettare le norme anti covid. Come testimonia un video pubblicato sui social network dal consigliere comunale della Lega Alessandro Perini, carabinieri e polizia municipale sono stati presi di mira da un nutrito gruppo di giovani, diversi dei quali sarebbero stati minorenni.

Nel filmato si vedono tre auto dei carabinieri e una della polizia locale circondate da diversi ragazzi, la maggior parte senza mascherina e inoffensivi, davanti all’entrata della Coin. Dopo alcuni fermi sono partiti degli insulti, quindi un’aggressione di una dozzina di giovani mentre le forze dell’ordine cercavano di allontanarsi. Non solo calci e i pugni, ma anche bastonate e una sassaiola che ha colpito un’auto degli uomini dell’Arma.

“Eravamo andati in piazza Attias assieme ai carabinieri perché ci avevano segnalato persone che giocavano a pallone, con musica alta e assembramenti – ha reso noto Annalisa Maritan, comandante della Municipale -. Quando siamo arrivati in poco tempo siamo stati accerchiati da un centinaio di ragazzini che hanno iniziato ad offenderci e ci hanno aggredito, danneggiando anche la nostra vettura. Un gesto che voglio condannare”. Secondo quanto ricostruito sul momento, almeno un paio di ragazzi sarebbero stati accompagnati dai carabinieri al comando di viale Fabbricotti. fanpage.it VIDEO

Ultime da Cronaca

Vai a Inizio pagina