Israele e Bahrain, firmato un accordo che stabilisce legami formali

in Esteri

Secondo quanto riportato dall’agenzia di stampa arabnews, Israele e Bahrein domenica hanno deciso di stabilire relazioni diplomatiche formali, rendendo il paese il quarto stato arabo a normalizzare i legami con Israele.
L’accordo mediato dagli Stati Uniti ha limitato una visita di un giorno di una delegazione di alto livello di funzionari americani e israeliani in Bahrain.
Il mese scorso, il Bahrein si è unito agli Emirati Arabi Uniti in una festosa cerimonia alla Casa Bianca in occasione degli “Accordi di Abraham”, un paio di patti diplomatici con Israele negoziati dagli Stati Uniti. Mentre l’accordo degli Emirati Arabi Uniti con Israele stabiliva formalmente legami, l’accordo con il Bahrein era meno dettagliato e includeva un impegno reciproco a seguire l’esempio.
La visita di domenica sembra completare questo compito, aprendo la strada ai paesi per aprire ambasciate e scambiare ambasciatori nei prossimi mesi.
Il ministro degli esteri del Bahrein, Abdullatif Al-Zayani, alla cerimonia della firma, ha dichiarato: “E ‘stata davvero una visita storica, per iniziare ad aprire relazioni tra i due paesi, per avere proficue relazioni bilaterali in entrambi i campi”.
Il Segretario al Tesoro americano Steven Mnuchin e il consigliere per la Sicurezza Nazionale del Primo Ministro israeliano Benjamin Netanyahu, Meir Ben-Shabbat, hanno guidato le delegazioni.
“Oggi abbiamo fatto il primo passo formale per avvicinare i legami tra i paesi”, ha detto Ben-Shabbat. “Siamo stati accolti a braccia aperte, con calore e cordialità”. “Questo è un passo importante per la stabilità nella regione, per portare prosperità a tutte le persone nella regione e nei paesi”, ha aggiunto Mnuchin.

Mnuchin e Ben-Shabbat sono stati ricevuti al palazzo Al-Qudaibiya a Manama dal vice Primo Ministro del paese.

Lo sceicco Mohammed bin Mubarak Al-Khalifa ha affermato che la normalizzazione delle relazioni tra Bahrein e Israele “conferma l’impegno di re Hamad per la pace come opzione strategica” attraverso la quale si potrebbero raggiungere stabilità, prosperità e pace nella regione.

Lo sceicco Mohammed ha aggiunto che ciò garantirebbe il successo degli sforzi per raggiungere una soluzione alla questione palestinese attraverso una soluzione a due stati, risoluzioni internazionali e l’Iniziativa per la pace araba.

Gli accordi di Israele con Emirati Arabi Uniti e Bahrein hanno segnato vittorie diplomatiche per l’amministrazione Trump e per Netanyahu.
Ma sono stati oggetto di pesanti critiche da parte dei palestinesi, che contano a lungo su una posizione araba unificata secondo cui il riconoscimento di Israele dovrebbe venire solo dopo che i palestinesi avranno ottenuto un loro stato indipendente. Gli accordi riflettono un Medio Oriente mutevole, in cui le preoccupazioni condivise sull’Iran e le opportunità di affari hanno oscurato la questione palestinese.
I palestinesi hanno reciso i legami con la Casa Bianca, accusandola di essere ingiustamente prevenuta nei confronti di Israele. I funzionari statunitensi hanno a loro volta coltivato i legami tra Israele e gli stati arabi, sperando di aumentare la pressione sui palestinesi per ridurre le richieste del passato nei colloqui di pace.
Il volo commerciale israeliano El Al con il codice 973, è un cenno al prefisso internazionale per il Bahrain.
Il volo El Al è atterrato domenica pomeriggio all’aeroporto Internazionale del Bahrain. 
Egitto e Giordania sono gli unici altri due stati arabi a firmare trattati diplomatici con Israele, rispettivamente avvenuti nel 1979 e nel 1994.

Redazione

Ultime da Esteri

Vai a Inizio pagina