Francia: in corso operazioni contro “decine di individui” appartenenti al movimento islamista

in Esteri/Terrorismo

Secondo france24, nell’ambito della lotta contro l’islamismo in Francia, il ministro dell’Interno, Gérald Darmanin, ha attuato un piano d’azione, rivolto a strutture, associazioni o persone vicine ai circoli radicalizzati. Da questa mattina sono in corso operazioni di polizia.

Il Consiglio di Difesa presieduto domenica sera da Emmanuel Macron ha promesso risposte rapide. Sono in corso operazioni di polizia contro decine di individui che hanno espresso il loro sostegno all’assassino di Samuel Paty, il professore decapitato vicino al suo college a Conflans-Sainte-Honorine, a nord-ovest di Parigi. Le associazioni sono nel mirino dello Stato, ha annunciato il Ministro dell’Interno.

Queste operazioni, decise a seguito del Consiglio di Difesa riunito il giorno prima, non prendono di mira individui “necessariamente legati alle indagini” sull’assassinio di Samuel Paty ma mirano a “trasmettere un messaggio: Non un minuto di tregua per i nemici della Repubblica “, ha detto il Ministro su Europa 1, senza fornire ulteriori dettagli.

Anche gli investigatori dell’antiterrorismo, che hanno arrestato 11 persone dall’assassinio del professore universitario Samuel Paty venerdì, hanno continuato le loro udienze per cercare di stabilire se l’assassino, un 18enne russo ceceno, abbia beneficiato di complicità nel perpetrare l’attacco a Conflans-Sainte-Honorine, che ha suscitato un’ondata di emozione nel paese.

Da venerdì sono state aperte più di 80 indagini per odio online e sono stati effettuati arresti, ha aggiunto su Europa 1 Gérald Darmanin. Il ministro ha detto di voler sciogliere diverse associazioni tra cui il Collettivo contro l’islamofobia in Francia (CCIF).

“Un certo numero di elementi ci fa pensare che sia un nemico della Repubblica”, ha aggiunto. “Colpisce aiuti di Stato, detrazioni fiscali e denuncia l’islamofobia di Stato”. “51 strutture associative vedranno un certo numero di visite da parte dei servizi statali per tutta la settimana e molte di esse, su mio suggerimento, saranno sciolte nel Consiglio dei ministri”, ha continuato Gerald Darmanin.

“Fatwa lanciata contro Samuel Paty”

Ha anche citato l’ONG Baraka City, fondata da musulmani di profilo salafita, il cui presidente, Driss Yemmou, giovedì è stato posto sotto controllo giudiziario nell’ambito di un’indagine per molestie sui social network.

Il ministro ha anche considerato che il padre di uno studente universitario di Conflans-Saint-Honorine e l’attivista islamista radicale Abdelhakim Sefrioui “hanno chiaramente lanciato una fatwa” contro il professor Samuel Paty per aver mostrato caricature di Maometto in classe.

I due uomini sono tra le undici persone detenute nelle indagini sull’attentato perpetrato venerdì da un 18enne russo ceceno.

Redazione

Ultime da Esteri

Vai a Inizio pagina