Terrorismo, Tribunale Minorenni toglie figli a mamma Isis Alice Brignoli

in Cronaca/Terrorismo


„La donna era partita per Raqqa col marito (poi morto) nel 2015. A settembre è stata arrestata e rimpatriata: si trovava coi figli in un enorme campo profughi“.


Sono stati tolti a “mamma Isis”, al secolo Alice Brignoli, i quattro figli minori. Lo ha deciso il Tribunale per i minorenni di Milano, che li ha affidati al Comune di Bulciago, nel Lecchese. La donna è stata arrestata per terrorismo internazionale a fine settembre in Siria, grazie alle indagini dei carabinieri del Ros coadiuvati da alcune polizie europee.“

Secondo le indagini, la donna avrebbe educato i suoi figli al radicalismo islamico, mentre il marito marocchino avrebbe partecipato attivamente alla guerra (ed è frattanto morto, sembra per una infezione intestinale). Con la disgregazione dello stato islamico, Brignoli e i figli sono stati catturati dalle forze curde e posti nell’enorme campo profughi di Al-Hol, dove sono stati rintracciati dagli investigatori.

La partenza della famiglia dalla Lombardia ai territori dell’Is risale al mese di febbraio del 2015. Dopo un lungoo viaggio in auto e in traghetto, Brignoli insieme al marito e ai tre figli che aveva la coppia (cui se n’è aggiunto un quarto, nato qualche mese fa) raggiunsero Raqqa. “

Strappata dal campo profughi “trappola”

Durante l’interrogatorio con i pubblici ministeri di Milano, Brignoli ha smentito di essere radicalizzata e soprattutto di avere indottrinato i figli, dei quali però esistono fotografie in tuta mimetica. Ha affermato di avere vissuto tutto in modo indiretto, mentre il marito era attivo e combatteva. E ha aggiunto di essere felice di trovarsi di nuovo in Italia insieme ai figli. E’ stata effettivamente “strappata” a una situazione drammatica.“

Il campo di Al-Hol, con decine di migliaia di profughi, in molta parte donne con i loro figli, è infatti un luogo estremamente pericoloso. E’ sorvegliato dalle forze arabo-curde, che però non riescono a garantire la sicurezza soprattutto alle donne “pentite” che, magari, sognano il rimpatrio e che quindi vengono sistematicamente “punite” dalle donne fedeli all’Is, che le considerano “traditrici”. 

Tornando ai figli della Brignoli, il Tribunale per i minorenni, affidandole al Comune di residenza, ha disposto ulteriori accertamenti e in seguito deciderà quando, e con quali modalità, la donna potrà nuovamente incontrarli.“ milanotoday

Ultime da Cronaca

Vai a Inizio pagina