Coronavirus: mascherina obbligatoria all’aperto, ecco quando si può non indossare

in Salute

Nel nuovo DPCM, presentato il 6 ottobre dal ministro Speranza alla Camera, torna l’obbligo di indossare le mascherine anche all’aperto. Ma ci sono dei momenti e dei luoghi in cui si può togliere il dispositivo di protezione: ecco quali

“Le mascherine non sono previste quando si è lontano dagli altri, per esempio se si va in campagna, in giardino, nel proprio orto”, ha spiegato Sandra Zampa, sottosegretario alla Salute

Anche chi va in bici, in moto e in auto da solo o con i propri congiunti può tenere da parte la mascherina

Altri momenti in cui la mascherina può non essere indossata sono le camminate nei boschi e in spazi desolati

Lo stesso vale per chi corre o pratica attività sportiva intensa in spazi aperti, nei parchi o per strada

Anche chi guida i monopattini può non indossare la mascherina, ma una volta scesi dal mezzo va usata

“Se invece si è in luoghi chiusi, in palestra, in auto con gli amici, per strada con persone vicine e all’aperto insieme ad altre persone, va indossata”, ha dichiarato ancora la sottosegretaria Zampa

In generale, la mascherina va indossata sempre dove ci sono altre persone vicine che non siano congiunti 

Anche con gli amici, quindi, nei luoghi aperti, è sempre obbligatorio indossare un dispositivo di protezione

Si può togliere per mangiare o bere all’aperto, ma poi deve essere rimessa se ci si trova vicino ad altre persone

Rimane invece non obbligatoria, in generale, per i bambini sotto i 6 anni e per le persone disabili

A proposito delle sanzioni per chi non rispetterà l’obbligo, la sottosegretaria Zampa ha detto che “sono pesanti ma non più di prima. Adesso ci sarà una grande stretta nei controlli”   

Rimane per tutti, invece, l’obbligo di portare sempre con sé la mascherina quando si esce da casa 

Il ministro Speranza, nella sua presenteazione del nuovo DPCM, ha spiegato che contro la diffusione del virus “si punta al 3 misure fondamentali: mascherine, distanziamento innalzando il livello di attenzione contro gli assembramenti e il lavaggio delle mani”

Nella bozza si legge inoltre che “vengono fatti salvi i protocolli anti-contagio previsti per specifiche attività economiche e produttive, nonché le linee guida per il consumo di cibi e bevande”

Chi verrà trovato senza la mascherina nei luoghi indicati dovrà prepararsi a saldare multe salate: sono infatti previste sanzioni amministrative che vanno da 400 euro a 1000 euro. skytg24

Ultime da Salute

Vai a Inizio pagina