Noi, i forzati del sesso nelle viscere di Napoli: “In vendita senza futuro”

in Italia

Vengono dall’Africa e dall’Europa dell’Est, nei sotterranei del Centro direzionale vendono il loro corpo per pochi euro non appena cala il buio. Li spinge la disperazione.

 «Da noi vengono uomini di tutti i tipi. In maggioranza sono sposati e hanno un buon lavoro. Non sono disperati come noi». Giovani e caratterizzati da un forte stato di indigenza, hanno dai 18 ai 30 anni circa, per gran parte originari dal Nord Africa o dall’Est Europa. Ma tra loro c’è anche qualche italiano. Sono un paio di dozzine, sono i ragazzi di vita che quotidianamente, appena gli uffici del Centro direzionale a Napoli si svuotano per la…segue su lastampa

Ultime da Italia

Vai a Inizio pagina