Coronavirus, Casa Bianca: Trump trasportato in ospedale per “precauzione”

in Esteri

Donald Trump, ha riferito la Casa Bianca, sarà trasportato in ospedale. Il tycoon, insieme alla first lady, venerdì mattina era risultato positivo al coronavirus, probabilmente contagiato dalla sua collaboratrice, Hope Hicks. Il presidente, su consiglio dei medici, come misura cautelare, passerà i prossimi giorni all’ospedale militare Walter Reed, a Bethesda, in modo da poter ricevere cure immediate se necessarie. 

Poco prima che venisse resa nota la decisione di trasportare Trump in ospedale, il medico della Casa Bianca aveva fatto sapere che il tycoon era “affaticato ma di buon umore”, mentre la first lady Melania avrebbe una “tosse leggera e di mal di testa”. Secondo la Cnn, ma l’informazione non è stata confermata, il tycoon da venerdì mattina avrebbe inoltre la febbre.

Casa Bianca: “Nessun trasferimento di potere a vicepresidente”  Il presidente “è in grado di continuare a portare avanti i suoi compiti senza alcuna interruzione”, ha subito fatto sapere il suo medico personale. “E’ al lavoro e resterà al lavoro”, hanno assicurato dalla Casa Bianca, sottolineando che non ci sarà un trasferimento di poteri al vicepresidente Mike Pence.

L’ospedale dei presidenti  Il Walter Reed National Military Medical Center a Bethesda, Maryland, a breve distanza da Washington è considerato uno dei più grandi centri medici della Marina Usa, una vera eccellenza del settore. Istituzione federale, conduce ricerche mediche e provvede alla salute dei leader americani, incluso il presidente e la sua famiglia. Qui nel 1985 Ronald Reagan fu sottoposto ad un intervento per asportare un polipo al colon e il 5 gennaio 1987 subì l’intervento alla prostata. Tgcom24

Ultime da Esteri

Vai a Inizio pagina