Beirut: un incendio nel porto di Beirut e il terrore di un nuovo disastro

in Esteri

Oggi il corrispondente libanese di “Al-Ain News” ha riferito che è scoppiato un incendio nel porto di Beirut. Da grande distanza si è visto del fumo nero salire dal luogo e coprire il cielo della zona vicina, mentre i veicoli della protezione civile si sono precipitati, tra i timori libanesi delle ripercussioni di questo incidente.
Sebbene le cause dell’incendio non siano ancora note, fonti sul campo hanno riferito ad Al-Ain News che il fumo nero è causato dalla combustione di oli e altri materiali trovati in uno dei cantieri portuali. Mentre l’agenzia di stampa libanese ha riferito che l’incendio è scoppiato in un deposito di pneumatici nella zona franca del porto. Nel frattempo, le autorità libanesi hanno adottato misure per proteggere i cittadini da qualsiasi sviluppo derivante dall’incendio. Il governatore di Beirut, Marwan Abboud, ha invitato i cittadini a non recarsi nelle vicinanze del porto per preservare la loro sicurezza e per non ostacolare il lavoro dei vigili del fuoco.
Da parte sua, l’esercito libanese ha adottato misure rigorose nelle vicinanze del luogo, in quanto il traffico è stato dirottato dalla base navale verso l’incrocio tra Burj Al-Ghazal e Haddad per allontanare i cittadini dall’area, per facilitare il passaggio delle squadre di soccorso. Il giornalista di Al-Ain News ha dichiarato che l’esercito ha portato elicotteri militari per aiutare a spegnere l’incendio.