Il nuovo volto di Beirut, una capitale devastata

in Esteri

Le enormi esplosioni, le peggiori vissute dal Libano, avvenute la sera di martedì, ora disegnano il volto di una capitale contusa, che si sbriciola sotto le macerie. 

La tragedia lascia anche 300mila cittadini ormai senza casa, in un Paese precipitato da mesi in una gravissima crisi economica.

Mentre le autorità non hanno messo in atto alcun dispositivo per proteggere le persone che hanno perso la casa, centinaia di libanesi si sono mobilitati per avviare operazioni per eliminare le macerie o per accogliere i senzatetto nei villaggi e nelle case private, in una vasta effusione di solidarietà. Diversi paesi, tra cui la Francia, hanno già inviato squadre di soccorso e attrezzature per far fronte all’emergenza. 

I soccorritori hanno cercato sopravvissuti dopo che un’esplosione cataclismica al porto ha provocato devastazioni in interi quartieri uccidendo centinaia di persone, ferendone migliaia e facendo precipitare la città di Beirut in un inferno. L’esplosione è stata avvertita fino a Cipro, circa 240 chilometri a nord-ovest. 

Redazione

Tags:

Ultime da Esteri

Vai a Inizio pagina