Giorgia Meloni contro Giuseppe Conte: “Lockdown, fuori i verbali. Un segreto di Stato inquietante”

in Politica

Giuseppe Conte, di fronte alla decisione del Tar del Lazio di rendere pubblici i dossier sull’emergenza coronavirus, ha fatto ricorso al Consiglio di Stato. Una decisione che ha mandato su tutte le furie Giorgia Meloni: “Il segreto di Stato che il Governo ha di fatto messo sugli atti del Comitato tecnico scientifico, negando la richiesta di pubblicazione, è a dir poco inquietante.  Cosa c’è scritto in quei verbali? Perché Conte non vuole che gli italiani sappiano?”, si chiede la leader di Fratelli d’Italia in un post su Facebook. “Abbiamo un Esecutivo che pretende di avere poteri speciali, un Premier che non fa nient’altro che attaccare l’opposizione, una maggioranza che manda sotto processo un ex ministro per aver fatto il suo dovere, uno Stato che controlla in ogni istante i conti correnti di cittadini e imprese rendendo loro la vita impossibile mentre gli immigrati sbarcano senza controllo. Siamo sicuri che sia tutto normale?”. Conte infatti ha rifiutato di rendere pubblici gli atti del Comiato tecnico scientifico. Gli stessi che hanno bloccato per mesi gli italiani in casa, con la giustificazione del Covid e del lockdown. Non solo, perché il premier si è visto bene da opporsi al Tar dopo aver chiesto al Parlamento il via libera per il prolungamento dello stato di emergenza. Insomma, qualcosa non torna. Libero

Ultime da Politica

Vai a Inizio pagina