Turchia: “L’idea di laicismo di Ataturk non è mai stata così minacciata”

in Esteri

IL GIORNALISTA CAN DUNDAR: “LA TRASFORMAZIONE DI HAGIA SOPHIA IN MOSCHEA È IN LINEA CON LA POLITICA ISLAMISTA DI ERDOGAN”

“La trasformazione di Hagia Sophia in moschea è in linea con la politica islamista di Erdogan. L’idea di laicismo di Ataturk non è mai stata così minacciata”. A dirlo il giornalista turco Can Dundar, redattore capo del portale web Özgürüz, da lui fondato in Germania e curatore della rubrica settimanale Zeit My Turkey. Arrestato nel suo paese perché scomodo al regime, ora vive in esilio in Germania. Non uno qualunque insomma, non un lettore distratto del web. Dundar è turco e sulla sua pelle ha vissuto e vive la deriva islamista in corso nel suo paese. E lancia un allarme che molti governi europei fanno finta di non ascoltare.

“Si tratta di un passo di importanza storica – scrive Dundar in articolo pubblicato su Zeit online – Hagia Sophia, patrimonio dell’umanità, è stata riaperta come moschea dopo la revoca dello status di museo. La maggior parte delle persone vede il passo come un’iniziativa politica che Erdogan è stato costretto a prendere per nascondere la rovina economica in cui ha portato la Turchia. Questo è vero, ma non tutto. Con l‘iniziativa Hagia Sophia, infatti, “Erdogan ha cancellato il ‘trucco liberale’ che indossava da anni ed è tornato alla sua essenza, alla politica islamista che aveva sostenuto 45 anni fa all’inizio della sua carriera”.

Santa Sofia trasformata in moschea, dunque, non può essere ridotta solo ad un mero cambio di destinazione d’uso, è qualcosa di più: rappresenta la minaccia islamista che incombe sull’Europa.

“Tenere la preghiera del venerdì alla Hagia Sophia era un ideale che lui e i tradizionalisti islamici …..

PER LEGGERE L’ARTICOLO COMPLETO CLICCA QUI

Ultime da Esteri

Vai a Inizio pagina