In arrivo l’IMU sulla prima casa degli italiani

in Economia

Si teme che sia in arrivo l’IMU sulla casa degli italiani. Gli esperti di Proiezionidiborsa analizzeranno i rischi che corrono i contribuenti di qui a breve a seguito dei più recenti al livello europeo. Gli altri Stati membri dell’UE avanzano pretese assai precise in merito alla spesa pubblica del Governo italiano. Lamentano sperperi di fondi statali per l’erogazione di bonus, sussidi economici come il reddito di cittadinanza. E in particolare chiedono che lo Stato italiano operi dei tagli consistenti alla spesa pensionistica.

Nell’articolo “Ecco cosa perderanno i pensionati italiani nei prossimi anni” il lettore potrà prendere visione dei rischi che corrono i trattamenti previdenziali. In un futuro prossimo non si potrà certo attuare alcuna riforma pensionistica che possa assicurare al quattordicesima ad un numero maggiore di pensionati. Così come con ogni probabilità sarà più complesso richiedere e ottenere l’accesso al trattamento previdenziale con qualche anni di anticipo. A fronte del prestito di 209 miliardi di euro che la Commissione europea ha concesso al nostro Paese ci sono delle precise richieste. Ciò fa temere che sia in arrivo l’IMU sulla prima casa degli italiani e che un’ulteriore fardello fiscale gravi sul portafoglio dei contribuenti.

In arrivo l’IMU sulla prima casa degli italiani

Dai Paesi membri dell’UE giunge la disapprovazione per le imposte che pesano sui beni immobiliari. A loro giudizio dovrebbero essere più gravose quelle che riguardano tanto i consumi quanto i patrimoni immobiliari. Di qui la richiesta di reintrodurre l’IMU sulla prima casa, cioè sull’immobile che il contribuente italiano utilizza come abitazione. Attualmente l’IMU individua un’imposta che il contribuente paga per il possesso di uno o più immobili che non fungono da abitazione principale.

Il che equivale a dire che solo il contribuente che possiede più di un bene immobile è tenuto al versamento di imposte gravose. Il carico fiscale dei contribuenti italiani tuttavia potrebbe aumentare proprio a seguito delle pressioni che il Governo riceverà dagli Stati europei. Non si può escludere a priori che si verifichi un ripensamento in merito all’abolizione dell’IMU sulla prima casa. Ciò ovviamente avrà conseguenze assai negative sul bilancio economico di molte famiglie che già versano in condizioni di evidente precarietà finanziaria. proiezionidiborsa