La quarantena in nave dei migranti costa cara. Cifra monstre, Salvini sbotta

in Immigrazione/Politica

La quarantena in nave costa cara. I costi previsti dal governo guidato da Giuseppe Conte per affittare imbarcazioni in grado di ospitare i migranti sbarcati in Italia nell’emergenza coronavirus si aggirano infatti sui quattro milioni di euro più Iva (4.037.475,00 per la precisione). Il dato emerge dal bando pubblicato ieri dalla Protezione civile per 285 posti letto. Facendo i conti, riporta Il Giornale, si tratta di circa 40mila euro al giorno per poco più di tre mesi, ovvero 4.800 euro al mese per migrante (160 euro al giorno).

Il bando relativo all’accoglienza degli stranieri  “soccorsi in mare o giunti sul territorio nazionale a seguito di sbarchi autonomi nell’ambito dell’emergenza” rientra nelle procedure abbreviate per fronteggiare la crisi Covid-19 e prevede che gli armatori che parteciperanno portino le loro navi sulle coste siciliane in 24 ore.  

L’affitto salato per garantire la quarantena di chi sbarca  sulle nostre coste fa sbottare la Lega. Durissimo Matteo Salvini: “Da una parte, il governo abbassa le multe per le Ong che trasportano clandestini in Italia (rendendole meno salate di una sanzione in autostrada), dall’altra mette 4 milioni più Iva per noleggiare navi per l’accoglienza”, dichiara il senatore e leader del Carroccio. Secondo cui è una falsa soluzione al problema: “Anziché cancellare i Decreti sicurezza, Pd e 5Stelle dovrebbero applicarli per difendere i confini. I numeri sono preoccupanti: 9.706 arrivi dall’inizio dell’anno a oggi contro i 3.186 dello stesso periodo di un anno fa, mentre gli sbarchi calano in Spagna e in Grecia, e negli ultimi giorni si sono moltiplicati perfino gli immigrati positivi al Covid. Governo di complici o di incapaci?”, attacca Salvini. il tempo

Tags:

Ultime da Immigrazione

Vai a Inizio pagina