LA MOSSA DI ERDOGAN

in Opinione


La notizia della riapertura della moschea di Santa Sophia ha gelato il mondo occidentale.
Non solo, anche quello orientale se non quello turco.
Ormai il paese ottomano si sta avviando verso una deriva islamista molto pericolosa. Deriva che nei primi anni 2000 l’Europa poteva evitare includendo la Turchia nella Comunità Europea.
Oggi, mentre il laicismo di Ataturk viene ricordato come una parentesi felice della storia turca, le mire nazionaliste, dittatoriali e di influenza geopolitica di Herdogan provocano preoccupazione nelle altre nazioni, soprattutto quelle arabe che, passerebbero, dalla padella alla brace. La scusa dell’Isis è risultata un fenomenale “cavallo di troia” che, come al solito, si ritorcerà contro un occidente “arrogante” il quale continua ad ostentare una sua sicurezza ormai fallace in tutto il mediterraneo.
Nizar