Il governo per la proroga dello stato di emergenza. Salvini: no grazie

in Politica

Conte: non significa che non teniamo sotto controllo il Covid

“Ragionevolmente ci avviamo verso la proroga dello stato di emergenza” per il coronavirus. Lo ha detto il premier Giuseppe Conte in un punto stampa a Venezia.

“E’ una decisione che dobbiamo prendere in consiglio dei ministri, non voglio anticipare una valutazione da fare con tutti i ministri. Ma faccio una riflessione: lo stato di emergenza non significa che non teniamo sotto controllo il virus. L’eventuale proroga significa che siamo nella condizione di adottare le misure necessarie, anche minimali, non vi dovrete sorprendere se la decisione sarà di propagare. Se non ci fosse la proroga non avremmo i mezzi e gli strumenti per monitorare e intervenire e circoscrivere la chiusura di attività in territori predeterminati. Quindi ragionevolmente ci avviamo verso la proroga dello stato d’emergenza”, ha spiegato Conte.

Immediata la reazione del leder della Lega Matteo Salvini: “Allungare lo ‘stato di emergenza’ fino al 31 dicembre? No, grazie. Gli italiani meritano fiducia e rispetto, donne e uomini eccezionali che hanno dimostrato buon senso e generosità che adesso vogliono vivere, lavorare, amare. Con tutte le attenzioni possibili, la libertà non si cancella per decreto”.

In una nota la presidente dei senatori di Forza Italia, Anna Maria Bernini, ha a sua volta dichiarato: “Conte ritiene ragionevole prorogare lo stato d’emergenza per tutto il 2020, in vista di una seconda ondata di Covid, ma sarebbe irragionevole pensare di replicare il modello di governo del Paese a colpi di Dpcm, con la totale esclusione del Parlamento da scelte che attengono alle libertà costituzionali. Invece di pianificare nuovi pieni poteri per sé, il premier si preoccupi di controllare i confini per scongiurare l’arrivo di focolai dall’estero, e di approntare misure in grado di far ripartire l’economia”.

Anche il deputato del Pd Stefano Ceccanti ha commentato: “Se il Governo vuole prorogare lo stato di emergenza venga prima in Parlamento a spiegarne le ragioni. Questa mattina il Presidente del Consiglio ha autorevolmente dichiarato che il Governo intende prorogare lo stato di emergenza oltre il 31 luglio. Non si puo’ dubitare che l’esecutivo se ha questo orientamento abbia solide motivazioni. Per questo motivo ci attendiamo che venga ad esporre preventivamente le sue ragioni anche per raccogliere indirizzi delle Camere in particolare rispetto alla durata della proroga e alle concrete modalita’, dando seguito all’ordine del giorno bipartisan dei componenti del Comitato per la Legislazione accolto ieri”. asknews

Ultime da Politica

Vai a Inizio pagina