Isola d’Elba: vacanze al sicuro con la polizza annullamento gratuita anti Covid-19

in Ambiente

L’Isola d’Elba lancia il progetto “ElbaOK”: un’assicurazione gratuita contro gli imprevisti legati all’emergenza Coronavirus disponibile per chi prenota una vacanza nelle strutture convenzionate

L’Isola d’Elba si prepara ad accogliere i turisti per l’estate 2020 assicurandoli per le spese di viaggio e gli imprevisti eventualmente causati dall’emergenza Covid-19.

C’è ancora un po’ di timore da parte degli Italiani a prenotare le prossime vacanze: da un lato preoccupa la questione sicurezza, mentre dall’altro c’è anche la questione economica.

Molti turisti hanno bisogno di rassicurazioni, in un panorama a tratti ancora incerto, prima di investire il loro budget. I confini regionali riaperti offrono la possibilità di muoversi  nel territorio italiano senza particolari restrizioni. Tuttavia, c’è ancora chi non se la sente di prenotare in serenità la propria vacanza, correndo il rischio di vederla sfumare nel caso ritorni l’emergenza o le condizioni cambino nei prossimi mesi.

Isola d’Elba: un’assicurazione contro il Covid-19

Così l’Isola d’Elba lancia il progetto “ElbaOK”, nato per convincere i viaggiatori a prenotare in tranquillità, senza pensare alla possibilità di perdere quanto già corrisposto.

Per tutta la stagione estiva l’Elba, prima fra tutti, propone ai turisti italiani e stranieri una polizza assicurativa gratuita (nelle strutture convenzionate) contro gli imprevisti da Covid-19. In caso di cancellazione per il Coronavirus, ElbaOk propone la copertura dei costi relativi alla vacanza e il rimborso di tutte le spese sostenute.

La polizza copre anche eventuali spese mediche legate alla situazione contingente, con una diaria da ricovero e indennità da convalescenza in caso di Covid-19. In caso di obbligo di quarantena durante la permanenza sull’isola, inoltre, l’assicurazione offre la possibilità di ripetere il soggiorno presso la struttura ricettiva (o in alternativa di interromperlo).

ElbaOk: come funziona la polizza anti Covid-19

Stipulare la polizza assicurativa è effettivamente molto semplice. Lo si può fare inserendo i propri dati nel modulo messo a disposizione dei turisti sul sito dedicato al progetto, oppure direttamente mettendosi in contatto con le strutture ricettive convenzionate. A disposizione per gli interessati ci sono due diverse polizze assicurative, una più light e una seconda all-inclusive, che prevede una copertura più completa.

Mare della Toscana: : il progetto #Elbasicura

Il lavoro fatto per attirare i turisti sull’isola d’Elba, in quest’estate sicuramente più difficile del solito, è stato importante ed è iniziato con anticipo sulla riapertura dei confini regionali. Già alcune settimane fa, ad esempio, è stato lanciato il progetto #Elbasicura, per comunicare le caratteristiche che rendevano l’isola una meta adatta al turismo estivo senza preoccupazioni. Ampi spazi aperti, ingressi in spiaggia contingentati, informazioni in tempo reale sul numero di presenza dei turisti sulle singole spiagge, consultabile da chiunque presso gli uffici di informazione e le strutture ricettive.

Isola d’Elba: le attrazioni turistiche

Ad appena un’ora di distanza dal porto di Piombino, l’isola d’Elba è da sempre una delle destinazioni di mare più amate del nostro territorio. A farne una meta così popolare non sono soltanto le sue oltre duecento spiagge, alcune delle quali particolarmente belle e selvagge. L’Elba è un’isola piena di verde, che offre panorami mozzafiato e la possibilità di praticare tantissime attività all’aria aperta.

Isole d’Elba e il Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano

Quasi il 50% del territorio, compresi alcuni scogli e isolotti, è tutelato dall’ente del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano, che vigila sul mantenimento della biodiversità e delle bellezze naturali dell’isola.

A disposizione per chi vuole fare trekking, ci sono almeno dodici percorsi diversi da affrontare, con difficoltà e tempi di percorrenza adatti a ogni genere di preparazione fisica.

Per gli appassionati della natura, tra i luoghi da non perdere assolutamente c’è il Santuario delle farfalle, con circa cinquanta specie censite, alcune delle quali rare e particolari.

C’è anche l’Orto dei Semplici, area dedicata al censimento, caratterizzazione e valorizzazione del patrimonio frutticolo autoctono dell’isola, che sorge vicino all’Eremo di Santa Caterina d’Alessandria, dove si trova una chiesa del 1624.

Isola d’Elba: Capo Sant’Andrea

Un’altra zona bellissima e selvaggia dell’Isola d’Elba è Capo Sant’Andrea, un antico villaggio dei pescatori situato sul versante nordoccidentale.

Qui dominano il passaggio le cosiddette “cote piane”, affascinanti formazioni rocciose di granito puntellato da cristalli di ortoclasio levigate dai venti e dal mare. Le cote piane, collegate alla spiaggia da romantici ponticelli in legno, sono perfette per ammirare i tramonti con lo sguardo rivolto all’isola di Capraia e alla Corsica.

Si può venire per rilassarsi seguendo i ritmi d’un tempo dei pescatori, per fare mare nelle bellissime spiagge di sabbia finissima o anche per esplorare i fondali in prossimità degli scogli semi affioranti detti “Formiche della Zanca“, regno della Posidonia e di tutta la fauna marina legata alla presenza di questa pianta acquatica. viaggi.corriere

Tags:

Ultime da Ambiente

Vai a Inizio pagina