Auto, a giugno immatricolazioni in calo del 23% in Italia: mercato dimezzato da inizio anno

in Economia

Giugno limita i danni rispetto ai mesi precedenti ma resta crisi profonda nel settore dell’auto in Italia. Il mese scorso ha segnato il 23,1% delle immatricolazioni in meno rispetto ad un anno fa e ha chiuso a quota 132.457 unità, mentre da inizio anno il calo è di oltre il 46%. Manca all’appello mezzo milione di autovetture nuove, con un mercato per l’Italia di fatto dimezzato. Tutto questo mentre la Commissione Bilancio della Camera sta andando avanti nel dibattito sugli emendamenti dal Decreto Rilancio e sulla eventuale ampliamento della platea dei bonus per l’acquisto di autovetture.

Secondo il Centro Studi Promotor diretto da Gian Primo Quagliano nei primi sei mesi dell’anno il settore ha avuto una perdita di fatturato di circa 9 miliardi con un danno diretto anche per l’Erario stimato in quasi 2 miliardi di gettito solo per l’Iva. «Mi sembra che i dati confermino la necessità – sottolinea Quagliano – che vengano varati al più presto incentivi anche per chi rottama auto di oltre 10 anni ed acquista vetture nuove ad alimentazione tradizionale, oltre che elettrica». il sole 24 ore