Alex Zanardi operato di nuovo alla testa: «Condizioni stabili ma gravi»

in Sport

Alex Zanardi è statooperato di nuovo. L’intervento chirurgico, sempre alla testa, è stato deciso dopo una Tac al quale il campione è stato sottoposto oggi. L’operazione è durata due ore e mezzo ed è tecnicamente riuscita. Il campione paralimpico — che era stato operato una prima volta, d’urgenza, venerdì 19 giugno, il giorno del terribile incidente avvenuto durante una staffetta benefica vicino a Pienza, quando con la sua handbike Zanardi era finito contro un camion che si dirigeva in direzione opposta — è stato poi nuovamente ricoverato in terapia intensiva, intubato e sedato. Le condizioni sono stabili ma gravi, la prognosi riservata. 

Il giorno dell’incidente, Zanardi era arrivato in ospedale con gravissime fratture al cranio e al volto. La condizione clinica — di«fracasso facciale», come spiegato dai medici — aveva spinto i neurochirurghi a operare d’urgenza. Il pilota è da allora in coma farmacologico, intubato e ventilato artificialmente. Il quadro neurologico è grave, ma al momento è impossibile valutare appieno le conseguenze dovute all’incidente. Questo tipo di valutazione, hanno spiegato i medici dell’ospedale delle Scotte di Siena, dove Zanardi è ricoverato, sarà possibile soltanto quando Zanardi si sveglierà dal coma farmacologico. Nel corso di questa settimana era attesa la valutazione per capire i tempi nei quali svolgere la diminuzione della sedazione. Durante la sua carriera, Zanardi era rimasto coinvolto in diversi incidenti: nel più grave, avvenuto il 15 settembre 2001 durante una corsa nel campionato statunitense Cart sul circuito del Lausitzring, in Germania, il campione bolognese aveva perso entrambe le gambe. Correre