epaselect epa08262909 Refugees and migrants walk in a dirty road heading to the Turkish-Greek border and trying to enter Europe, in Edirne, Turkey, 01 March 2020. The Turkish government announced its decision to no longer stop refugees from reaching Europe, after 33 Turkish soldiers were killed in Idlib, Syria on 27 February. EPA/DIMITRIS TOSIDIS

Siria, turchi sparano sui migranti, bimbo ucciso Tentava con la madre e altri di varcare illegalmente il confine

in Esteri

Un bambino è stato ucciso e una donna e un altro minore sono rimasti feriti dagli spari di guardie di frontiera turche nel nord-ovest della Siria a ridosso del confine tra i due paesi.
    Lo riferisce l’Osservatorio nazionale per i diritti umani in Siria, secondo cui il bimbo è stato ucciso mentre tentava con la madre e altri civili di varcare illegalmente il confine con la Turchia nel distretto di Atme, a ovest di Idlib. ansa
    L’Osservatorio ha documentato dal 2011 a oggi l’uccisione di 450 civili siriani da parte delle guardie di frontiera turche.
    Tra le vittime si registrano 79 minori e 44 donne.

Ultime da Esteri

Vai a Inizio pagina