Coronavirus. Usa: 1.297 morti in 24 ore. Record di contagi in California: 2.600 in un giorno

in Esteri

Gli Stati Uniti – nelle ultime 24 ore – hanno registrato altri 1.297 decessi per coronavirus secondo il conteggio quotidiano fatto dalla Johns Hopkins University. Sale così a 101.573 il totale dei morti. 1.720. 613 i casi di positività al covid-19, più di ogni altra nazione.  Intanto scatta di nuovo l’allarme in California dove si è registrato il più alto numero giornaliero di nuovi contagi, ben 2.617 in 24 ore. Il precedente picco era stato quello del 5 maggio con 2.603 casi. In totale, nello stato sono oltre 101.000, 3.973 le vittime.  Trump: Oggi conferenza stampa sulla Cina Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha annunciato che terrà oggi una conferenza stampa sulla Cina. L’annuncio arriva in un momento di forti tensioni fra i due Paesi su Hong Kong e sull’epidemia di coronavirus. Trump non ha, comunque, fornito dettagli su ciò che dirà. La nuova legge approvata da Pechino sulla sicurezza della ex colonia britannica ha suscitato la reazione della Casa Bianca, nel timore che la stretta possa essere utilizzata per restringere ulteriormente i margini di autonomia. Il tutto in un contesto in cui Washington e Pechino si stanno già  scontrando per la responsabilità dell’estensione della pandemia di coronavirus, che ha avuto origine in Cina ma che ha causato oltre 100 mila vittime negli Stati Uniti, il numero più alto in tutto il mondo.  New York: Negozi possono negare accesso ai clienti che non indossano la mascherina Negozi, centri commerciali ed altri esercizi dello stato di New York potranno negare l’accesso ed il servizio a clienti che si rifiutano di indossare la mascherina. Lo ha annunciato il governatore dello stato Andrew Cuomo. Affiancato nel suo briefing quotidiano dal comico Chris Rock e l’attrice Rosie Perez, Cuomo ha rivolto un appello ai newyorkesi ad indossare la mascherina e sottoporsi al test. “Tutti per favore fatevi il test indossate la mascherina – ha detto Perez – il nostro governatore è una rock star e ci rende orgogliosi di essere newyorkesi”. In netto contrasto con Donald Trump, che non solo si rifiuta di mettersi la mascherina ma ha preso in giro Joe Biden per essersi mostrato in pubblico indossandola, Cuomo ha insistito nel dire che indossare la mascherina è una cosa “cool” e per questo ha chiesto a celebrities di aiutarlo a passare il messaggio ai newyorkesi. “E’ efficace in modo straordinario e noi l’abbiamo resa obbligatoria nei luoghi pubblici – ha detto – ma ora che parliamo di riaprire negozi ed altri uffici diamo il diritto ai proprietari di dire che non si può entrare se non si indossa la mascherina”. Cancellata la maratona di Boston: Mai accaduto in 124 anni di storia La maratona di Boston è stata cancellata. E’ la prima volta che succede in 124 anni di storia. La decisione di cancellare l’evento è stata adottata a causa dei timori dell’epidemia di coronavirus. Il sindaco di Boston, Marty Walsh, ha dichiarato che la gara, che era già stata rinviata al 14 settembre dal suo slot di aprile, non si terrà come previsto per motivi di salute pubblica: “Non c’è modo di tenere il solito formato di gara senza portare un gran numero di persone – ha detto Walsh – non sarebbe stato responsabile o realistico il 14 settembre o qualsiasi momento di quest’anno”. Quella di Boston è la più antica maratona del mondo e si tiene ogni anno ininterrottamente dal 1897. Le altre due grandi maratone in programma negli Stati Uniti alla fine di quest’anno – Chicago l’11 ottobre e New York il 1 novembre – rimangono per ora in calendario.