Coronavirus, in Russia aumento record di contagi: 10 mila in un giorno, ma il tasso di mortalità è basso

in Esteri

La Russia ha registrato oltre 10.600 nuove infezioni da coronavirus, segnando un nuovo record di contagi in un giorno. I casi sono arrivati a quota 134.687, hanno detto le autorità. La Russia è ora il paese europeo che registra il numero più alto di nuove infezioni. Il tasso di mortalità ufficiale è tuttavia basso rispetto a paesi come Italia, Spagna e Stati Uniti. Cinquantotto persone sono morte nelle ultime 24 ore, portando il bilancio delle vittime totale a 1.280. Le autorità calcolano un ritmo di contagio altissimo: nella sola Mosca si contano 40 mila casi nuovi ogni giorno di cui 17 mila ospedalizzati ogni 24 ore, e i nuovi casi per la metà sarebbero asintomatici. 

Il sindaco di Mosca, città dove risiedono 12 milioni di persone,  Sergei Sobyanin ha riferito che «in base a test effettuati su vari gruppi il numero reale di contagiati è intorno al 2% della popolazione», ossia 250mila persone.

In tutto il paese vigono misure strette di lockdown. Lo stesso presidente Vladimir Putin ha confermato che la situazione è «molto seria» preparando la popolazione a una fase molto aggressiva della pandemia nella prossime settimane. ilmessaggero

Il virus lambisce i piani alti e altissimi della Russia. Il ministro dei Lavori pubblici Vladimir Yakushev, e il suo vice, Dmitry Volkov, hanno contratto il Covid-19, ha reso noto il ministero. Come ministro dei Lavori pubblici facente funzione è stato nominato il vice premier Nikita Stasishin. Giovedì il Premier, Mikhail Mishustin aveva informato il Presidente Vladimir Putin di essere risultato positivo al coronavirus.

Ultime da Esteri

Vai a Inizio pagina