Supermercati aperti o chiusi il 25 aprile a Roma, Milano e nelle altre città

in Italia

Supermercati e negozi aperti o chiusi il 25 aprile, Festa della Liberazione? Orari di chiusura e informazioni utili per le principali città italiane.

In vista del 25 aprile torna la debacle supermercati chiusi o aperti. Laddove le Regioni non hanno ancora emanato un’ordinanza, i sindacati hanno chiesto lo stop delle attività lavorative sia il 25 aprile, Festa della Liberazione, che il 1° maggio, Festa dei Lavoratori, per evitare che la passeggiata al supermercato o al negozio di alimentari diventi una scusa per uscire e quindi ulteriore occasione di contagio.

25 aprile, supermercati aperti a Milano: orari di chiusura

Per il 25 aprile 2020 la Lombardia non ha imposto la chiusura dei supermercati, esattamente come già fatto a Pasqua e Pasquetta. Spetta quindi ai negozi la decisione di restare aperti o se chiudere, mentre i sindacati premono per una chiusura a tutela dei lavoratori e dei cittadini.

Dalle informazioni ottenute finora, la stragrande maggioranza di catene di supermercati e negozi di alimentari saranno aperti il 25 aprile a Milano.

Solo per citarne alcuni, i supermercati Esselunga resteranno aperti full time sabato 25 aprile. Gli orari di apertura e chiusura possono variare in base ai punti vendita, ma consultando il sito scopriamo che molti faranno 7.30-20.00.

Anche i punti vendita Conad a Milano saranno aperti la Festa della Liberazione per tutto il giorno. Gli orari saranno approssimativamente 8.00-20.30. Aperture straordinarie anche per PAM, che sabato 25 e domenica 26 aprile resta aperto dalle 9.00 alle 20.00.

Cosa è aperto e chiuso 25 aprile e 1 maggio

Alcune città hanno già deciso. Così come avvenuto a Pasqua e Pasquetta, i supermercati saranno chiusi 25 aprile e 1 maggio a Roma e nel Lazio. La decisione è stata presa tramite ordinanza regionale dove vengono confermati gli orari di apertura dalle 8.30 alle 19.00 nei giorni feriali e dalle 8.30 alle 15.00 la domenica fino al 3 maggio.

Il divieto di apertura riguarderà tutti gli esercizi commerciali che per effetto del decreto hanno potuto riaprire. Resteranno aperti solo farmacie, parafarmacie, centri agroalimentari all’ingrosso, negozi che vendono articoli sanitari, tabaccai, edicole e benzinai.

Anche in Piemonte e in Toscana non si potrà fare spesa il 25 aprile e il 1 maggio, per effetto dell’ordinanza della Regione.

Stessa cosa in Puglia, dove però la Regione ha imposto la chiusura di negozi e supermercati per tutto il weekend del 25 aprile, quindi anche per domenica 26. Lo stop riguarda le attività commerciali al dettaglio di vendita di generi alimentari e di prima necessità, sia nell’ambito degli esercizi commerciali di vicinato, sia nell’ambito della media e grande distribuzione, anche ricompresi nei centri commerciali. Sono consentite le vendite tramite consegna a domicilio e l’esercizio di edicole, tabaccai, farmacie e parafarmacie. money

Tutto chiuso 25 aprile e 1° maggio anche in Emilia Romagna, dove però è stata decisa la riapertura dei supermercati la domenica a partire dal 19 aprile, per evitare un’eccessiva affluenza di persone negli altri giorni feriali.

Per quanto riguarda il Veneto, il presidente di Regione Zaia per il 25 aprile e il 1° maggio ha autorizzato picnic solo nella propria proprietà e solo con il proprio nucleo famigliare. L’attività motoria è consentita ma solo in prossimità della propria abitazione. Zaia ha inoltre specificato che “si conferma la consegna a domicilio di alimentari e pasti e l’apertura di banche, poste, assicurazioni e professionisti, purche’ si vada su appuntamento e con le mascherine”.

Ultime da Italia

Vai a Inizio pagina