CORONAVIRUS: si arriverà al PARADOSSO! Ecco perché i CONTAGI comunicati dalla Protezione Civile sono così BASSI

in Salute

In Italia si pone molta più enfasi sul numero di casi positivi che sui casi totali. Ma ciò potrebbe dare origine a percezioni distorte…Si è discusso a lungo sui dati giornalieri che, alle 18 di ogni giorno, vengono rilasciati dalla Protezione Civile sulla diffusione del contagio da Covid-19. Sin dall’inizio dell’emergenza, una delle particolarità più evidenti è stata quella di comunicare l’incremento dei casi giornalieri sui casi “attualmente positivi” e non sul numero totale (che comprende anche il numero di guariti e deceduti).La scelta è stata quasi un unicum a livello globale: dalla Cina agli Stati Uniti i numeri comunicati sono basati unicamente sul dato dei casi totali(come comunicato dal CDC – Center for Disease Control and Prevention), seguendo una prassi che trae origine dalla stessa Organizzazione Mondiale della Sanità nei suoi report giornalieri.Dai dati forniti dal Ministero della Salute risulta infatti come il numero di contagiati totali dall’inizio dell’epidemia sia passato dal 6 al 7 Aprile da 132.547 a 135.586 con un balzo di ben 3.039.Molte di queste persone sono poi fortunatamente guarite, mentre altre sono purtroppo decedute: pertanto, quelle attualmente ancora positive sono ovviamente di meno del totale.Non si capisce bene per quale motivo nella consueta Conferenza Stampa della Protezione Civile, venga sistematicamente confuso l’aumento degli attualmente positivi (ovviamente più basso!), con i veri nuovi contagiati che, come si evince dal confronto dei dati, è stato pari a 3.039 e non 880 come comunicato oggi.CONCLUSIONE – il numero di positivi più basso che comunica la Protezione Civile si riferisce all’aumento degli attualmente positivi, ma tale valore risulta PERÒ depurato da guariti e morti.I nuovi positivi invece oggi sono stati di 3.039. È giusto dunque il calcolo che fa la differenza tra il totale dei contagiati dall’inizio dell’epidemia come fanno in tutti i paesi.Si arriverà tra poco al ParadossoTra qualche giorno, quando i numeri dei guariti saranno molto più consistenti, si arriverà al paradosso di un numero di nuovi attivi positivi nullo pari a zero o addirittura negativo, nonostante i contagi aumentino sempre. Tra pochissimo si arriverà il giorno che ci comunicheranno che i casi sono diminuiti anche se in realtà sono sempre migliaia, questo perché il numero comunicato è depurato erroneamente (!) da guariti e morti.Per completezza mostriamo il confronto tra casi totali e attivi positivi. Il meteo