Borse in tempo reale: le nuove mosse della Fed piacciono ai mercati, Milano ed Europa recuperano

in Economia

Le nuove mosse della Fed, annunciate lunedì a metà giornata, rassicurano i mercati globali che avevano fin qui vissuto una seduta in pesante calo. La Federal Reserve americana ha deciso che applicherà un QE illimitato per sostenere l’economia e aprirà nuove linee di credito ai cittadini e imprese per garantire la liquidità, comunicandolo con una nota che rimbalza subito sui mercati europei dove Milano, scesa fino a -4%, torna a girare in positivo : + 0,1%. 
Bene anche il resto dell’Europa, che diminuisce le perdite. Francoforte cala dello 0,47%, e Parigi dello 0,8%. Lo spread è in calo a 199 punti base.
La moneta unica guadagna lo 0,82% passando di mano a 1,0766 dollari. Anche i future di Wall Street virano in positivo dopo l’annuncio della Fed di una nuova serie di misure per sostenere mercati ed economia, tra cui l’acquisto sostanzialmente illimitato di Treasury e 300 mld di dollari di prestiti alle imprese. Il future sul Dow Jones guadagna l’1,13% e quello sull’S&P 500 l’1,57%.

Mattina in rosso

Dopo due sedute in rialzo (venerdì Piazza Affari ha chiuso con il Ftse Mib a + 1,7%), anche grazie agli stimoli monetari varati negli scorsi giorni, l’apertura sui mercati europei era stata in forte calo, sulla scia dell’Asia. Sugli umori del mercato pesava il passo falso degli Usa, che nella notte di domenica hanno mancato l’approvazione del piano strategico da due miliardi di dollari proposto dal governo per aiutare l’economia. A metà giornata Milano, prima delle dichiarazioni della Fed, confermava le perdite fino a -3,9%.
Nel pomeriggio si riuniranno in teleconferenza i ministri finanziari dei 27 Stati membri Ue per discutere le misure da prendere contro la pandemia. Ma a tenere banco a livello europeo sono anche i corona bond al centro di un confronto tra i governi dei singoli paesi la cui sintesi sarà all’eurogruppo di mercoledì.

A Piazza Affari maglia nera resta Cnh (-13,4%) congelata anche al ribasso, dopo le dimissioni dell’amministratore delegato Hubertus Muhlhauser, sostituito pro tempore dalla presidente Suzanne Heywood. Giù anche Atlantia (-7,3%), Fca (-4%), nonostante l’annunciato della riconversione di uno stabilimento in Asia per produrre mascherine facciali e Ferrari (-5,88%). Forti vendite anche sui bancari Unicredit (-6%), Banco Bpm (-4,2%), Intesa(-2,6%).
Resta ben comprata Diasorin (+3,14%) con Nexi(+5,72%). Diasorin Molecular produrrà in aprile 300.000 test Covid-19, di cui centomila per il mercato italiano. Il Corrieredellasera


Ultime da Economia

Vai a Inizio pagina