Coronavirus: Usa terzo Paese per numero di contagi, oltre 25 mila

in Esteri

Sono 303.001 i casi di contagio da coronavirus nel mondo, le vittime sono quasi 13 mila (12.950). Sono gli ultimi dati pubblicati dalla Johns Hopkins University. Le persone guarite sono oltre 91 mila.Con oltre 25mila casi positivi di coronavirus (25.493) gli Stati Uniti superano la Spagna e diventano il terzo Paese per numero di contagiati, dopo Cina e Italia. Nel giro di 24 ore sono stati registrati circa 8.000 nuovi casi. Il numero di morti e’ di 307. Mike Pence e sua moglie Karen, rende noto una portavoce del vicepresidente, che guida anche la task force Usa contro il Covid-19, sono risultati negativi al test del coronavirus. Spagna ormai vicina al collasso, con i posti letto in terapia intensiva a Madrid già al completo e numeri di contagiati, balzati a quasi 25.000, e morti, 1.326, per il coronavirus in continua crescita. La pandemia, per il resto, rafforza la sua presenza in tutto il mondo, con oltre 300mila casi e quasi 13 mila vittime, e accelera anche nel continente più a rischio, l’Africa. Mentre circa un miliardo di persone, stime della France Presse, sono confinate a casa in decine di Paesi nel tentativo di contenere il virus.I malati di coronavirus aumentano, per ora più lentamente, anche nel resto d’Europa.Il numero dei casi di contagio da coronavirus nel Regno Unito ha superato la soglia delle 5.000 unità a quota 5.067: lo riporta l’ultimo bollettino diffuso dalla Johns Hopkins University. I bilancio dei morti è salito a quota 233 ed i guariti sono 65.In Germania sono arrivati ad oltre 16.600 e la cancelliera Angela Merkel ha in mente un maxi-piano da 822 miliardi di euro per sostenere l’economia.In Francia, sono 1.847 i nuovi contagiati, secondo quanto annunciato dalla Direzione della Sanità, per un totale di 14.459 casi. Si sono registrati da venerdì altri 112 decessi, per un totale dall’inizio dell’epidemia di 562 morti. Per rispondere allo tsunami economico e all’emergenza sanitaria causati dal coronavirus, il Parlamento francese si riunirà di nuovo oggi in numero ridotto dopo che nella notte i deputati dell’Assemblea nazionale hanno votato il progetto di legge d’emergenza per affrontare l’epidemia.In Africa i contagi sono quasi arrivati a mille: un numero ancora contenuto rispetto alla popolazione (anche per la mancanza di tamponi e controlli) ma in rapida crescita, con 40 Paesi coinvolti su 54. E se i governi non seguiranno l’invito dell’Oms a “svegliarsi e a prepararsi al peggio”, i danni della pandemia potrebbero essere di gran lunga peggiori rispetto all’Europa.O alla Cina che riporta 46 nuovi casi di coronavirus, incluso uno di contagio sul suolo nazionale dopo tre giorni consecutivi senza casi interni.Aumento repentino dei casi di contagi di coronavirus in Giappone. Il ministro della Salute nipponico ha comunicato 40 nuovi casi, che portano il totale delle infezioni a 1.055.Il ministro della Sanità colombiano, Fernando Ruiz, ha annunciato oggi il primo decesso provocato dal coronavirus nel Paese. Si tratta di un tassista 58enne residente a Cartagena che negli ultimi giorni aveva trasportato due stranieri a bordo del suo taxi, ha spiegato il ministro. L’uomo è morto il 16 marzo, ma le cause del decesso sono state accertate solo ora, ha precisato Ruiz. Intanto, il numero di casi di contagio in Colombia è salito a quota 210. Ansa