L’Europa ammalata spaventa pure Daesh: «Non andate nella terra del contagio»

in Esteri

Che invita i suoi agenti a non andarci e li istruisce pure sulle norme d’igiene: «La malattia è stata chiamata da Dio»

Divieto tassativo di recarsi in Europa, obbligo «di coprirsi la bocca durante sbadigli o starnuti» e di lavarsi accuratamente le mani il più spesso possibile.

Una circolare via mail non così sospetta in questi tempi di emergenza da Covid-19. Se non che, ad averla inviata ai suoi agenti, membri e miliziani è stato… l’Isis

Il sedicente Stato Islamico, stando a quanto pubblicato dal Sunday Times, sarebbe parecchio preoccupato dalla diffusione del virus: «Chi è in salute non dovrebbe varcare la soglia della terra dell’epidemia. Gli afflitti, invece, non dovrebbero abbandonarla», riporta la newsletter sulla quale le norme riguardante il coronavirus sono riportate nella sezione “direttive della sharia”.

Stando all’associazione terroristica, la diffusione del contagio sull’Europa è «stata chiamata da Dio» tip.ch

Ultime da Esteri

Vai a Inizio pagina