Borsa: spread Btp-Bund sfiora 270 punti. Milano riparte, torna positiva

in Economia

Torna a salire lo spread tra i Btp decennali e i bund tedeschi fino a sfiorare i 270 punti. Il differenziale ha infatti toccato i 269,69 punti con un rendimento al 2,309%.

Piazza Affari riparte e tenta di nuovo il rimbalzo dopo il crollo della vigilia (-6%) e un’inversione di rotta nella mattinata. 
L’indice Ftse Mib (+0,6%a 15.071 punti) è sostenuto da Tim (+6,84%), favorita insieme ai rivali europei dal ricorso al lavoro agile in tutta Europa per contenere l’avanzata del coronavirus. Bene anche Tenaris (+4,46%) e Saipem (+5,2%), che insieme a Eni (+4,1%) beneficia del rialzo del greggio. Bene Ferragamo (+4,46%) e Pirelli (+43,48%), ma non mancano le note dolenti, con Fca (-4,45%) sotto pressione per effetto della chiusura degli impianti in Europa. Sotto pressione anche Generali (-4%), penalizzata dalle raccomandazioni di alcuni analisti. A due velocità le banche con lo spread tra Btp e Bund balzato a 270 punti. Corrono Unicredit (+2,7%), Ubi (+2,4%) e Banco Bpm (+2,1%), mentre segnano il passo Azimut (-2,35%) e Banca Generali (-2%). Poco mossa Intesa (+0,4%). Rally di Molmed (+80%), che comunque resta sotto agli 0,51 euro dell’opa di Agc (Mitsubishi).

Seconda giornata di acquisti particolarmente ‘pesanti’ da parte della Bce sui Btp per tenere a bada lo spread. Fonti di mercato riferiscono all’ANSA che “già da poco dopo le otto di mattina continuano a fare acquisti a botte di 50 milioni di euro”.  Ansa