Torra confina la Catalogna con il coronavirus

in Esteri

Il governo ha deciso di confinare la Catalogna per fermare il coronavirus . Il presidente della Generalitat, Quim Torra , è apparso stasera dal Palau de la Generalitat per annunciare questa decisione e richiedere la collaborazione del governo spagnolo.”Oggi pensiamo di dover anticipare troppo rapidamente un’evoluzione della malattia nel nostro paese, motivo per cui crediamo che tutta la Catalogna debba essere confinata”, ha detto: “Siamo pronti a farlo. Abbiamo la capacità di fare soldi. il confinamento della Catalogna. Non possiamo permetterci il collasso del sistema sanitario “.Torra ha assicurato che le forze di sicurezza e di emergenza della Generalitat erano pronte a limitare gli ingressi e le uscite della Catalogna, ma ha riconosciuto che la collaborazione statale era essenziale per renderlo possibile. Ha spiegato di aver chiesto al governo spagnolo il suo aiuto per chiudere gli ingressi e le uscite attraverso porti, aeroporti e trasporti ferroviari, dato che era il concorrente e che stava aspettando la sua “risposta” per poter lanciare il confinamento totale. del paese al più presto . ” A questo proposito, ha espresso fiducia che la dichiarazione di stato di allarme decretato oggi dal presidente spagnolo , Pedro Sanchez , facilitare l’appoggio del governo spagnolo in questa decisione.Torra, che è apparso in una stanza senza giornalisti e con domande tramite il canale di Telegram , ha invitato i catalani a evitare viaggi inutili e ha avvertito che questo gesto era essenziale per fermare la pandemia. “È tempo di rallentare, fermarsi, rimanere a casa il più possibile”, ha insistito.Alla domanda sulla risposta del governo spagnolo, il Presidente ha sottolineato che finora il governo che ha deciso tutte le misure adottate è stato il governo della Catalogna e che i servizi di emergenza possono assumere l’obiettivo di limitare il paese.Il governo ha preso questa decisione il giorno dopo il confinamento della città di Igualada e di altri tre comuni a seguito dello scoppio della malattia. El Nacional